Posts Tagged ‘quiz ministeriali’

Prendendo come modello i sistemi utilizzati da molte università straniere, a partire dagli anni Ottanta anche nelle università italiane è stato gradualmente introdotto un sistema di regolamentazione delle immatricolazioni. Per molti studenti che, terminata la scuola superiore, desiderano continuare gli studi, l’iscrizione all’università è dunque subordinata al superamento di una selezione preliminare che ha lo scopo di valutare su base attitudinale e/o nozionistica la possibilità dei singoli studenti di frequentare con profitto un determinato corso di studi. Attualmente, tutti i corsi di alcune importanti università private, alcuni corsi di laurea a livello nazionale e molti dei nuovi corsi triennali introdotti dalla recente riforma sono caratterizzati dalla presenza del numero programmato. Ma qual è il significato, quali sono le motivazioni e come avviene la selezione universitaria in ingresso? Fino al 1999 la mancanza di una legge che regolamentasse in modo definitivo e omogeneo l’accesso ai corsi universitari a numero programmato ha generato una certa confusione sia negli studenti che nel mondo accademico. Read the rest of this entry »

Settembre è alle porte e ancora più vicini sono i test d’ingresso alle facoltà a numero chiuso per il prossimo anno accademico. Migliaia di studenti si stanno preparando in tutta Italia per le prove. Ad aprire la stagione saranno i test d’ingresso alle facoltà di Medicina e Odontoiatria previsti per il 5 settembre. A seguire il 6 settembre verranno affrontati i quesiti per l’ingresso a Veterinaria. Il 7 settembre toccherà agli studenti aspiranti alla facoltà di Architettura e infine chiuderà il ciclo di prove il test di ammissione alle altre facoltà sanitarie ( come Infermieristica, Ostetricia, Fisioterapia ecc.) che si terranno l’8 settembre. Per le prove di ammissione ai corsi di laurea magistrale in medicina e chirurgia e in odontoiatria e protesi dentaria, ai corsi di laurea delle professioni sanitarie, ai corsi di laurea magistrale in medicina veterinaria i quesiti ( 80 in tutto) verteranno sui seguenti argomenti: chimica, cultura generale e ragionamento logico, biologia, fisica e matematica. Per gli studenti che invece affronteranno la prova di ammissione al corso di laurea in Architettura, la prova stessa consisterà nella soluzione di ottanta quesiti su argomenti di: cultura generale e ragionamento logico, storia, disegno e rappresentazione, matematica e fisica. Read the rest of this entry »

Per chi pensava che ricordare tutta la segnaletica stradale fosse impossibile, memorizzare i quiz fosse un’impresa epica, anche per chi è stato bocciato alla teoria almeno una volta c’è una buona notizia. Utilizzare le tecniche di memorizzazione per prendere la patente!.

Come già spiegato nei post precedenti le tecniche di memorizzazione sfruttano la memoria visiva e la creatività. Quindi armati di queste due caratteristiche, che tutti abbiamo per natura, chi più chi meno sviluppate, e di organizzazione e buona volontà possiamo iniziare il nostro percorso verso la tanto desiderata patente.

Come abbiamo visto nel post riguardante il metodo di studio organico prima di inizare a studiare dobbiamo avere un’idea di cosa andremo a memorizzare, quindi dovremo organizzare il nostro studio. Per chi ha aperto almeno una volta un libro di teoria avrà potuto notare che è suddiviso per argomenti, sono presenti le immagini di tutta la diversa segnaletica e spesso i concetti e le parole chiave sono ben evidenziate.

Quindi solo sfogliando il libro siamo già a metà dell’opera.

Ora non dovremo fare altro che costruire la mappa mentale di quello dovremo memorizzare. Creeremo le associazioni tra i vari segnali e il loro significato. Potremo riportare sulle nostra mappa i vari disegni.

Per chi non si accontenta di conoscere semplicemente la segnaletica, il suo scopo, con le tecniche di memorizzazione possiamo anche riuscire a memorizzare i quiz di prova o per lo meno le domande che presentano le numerose domande trabocchetto.

Insomma, ad oggi le domande del quiz per prendere la patente sono aumentate e sono sempre più impegnative. Quindi perchè non sfruttare tutte le risorse che abbiamo a disposizione? (vedi anche Come superare i test a numero chiuso) Con le tecniche di memorizzazione avrai veramente la posibilità di superare con facilità il test, con ottimi risultati e guadagnando anche una grande soddisfazioen personale.

Vuoi saperne di più? Visita il sito www.formazionepersonale.it e richiedi informazioni sul seminario di tecniche di memorizzazione “C.I.A.O. Corso In Apprendimento Organizzato”.

ESEMPI TRATTI DALLA PROVA DI AMMISSIONE AL CORSO DI LAUREA

IN MEDICINA E CHIRURGIA

ANNO ACCADEMICO 2010 / 2011

QUESITO n 22.

Se affermo “nessun elefante ha tre zampe”, allora deduco che:

Read the rest of this entry »

La domanda del “come superare i test a numero chiuso?” è molto ricorrente in migliaia di studenti e non solo, che ogni anno sfidano la loro tensione e soprattutto la loro preparazione con quelli di centinaia di loro concorrenti.

I  test si avvicinano!  il tempo per studiare è sempre di meno, la  mole di studio sempre di più e come già scritto in “memorizzare nei quiz ministeriali” i candidati sono sempre di più e i posti disponibili sono sempre meno!

Medicina, odontoiatria, aeronautica militare, architettura, ecco solo alcune delle porte che migliaia di studenti sognano di schiudere.

–    La chiave universale per spalancare questi varchi?

I test! Essi abbracciano una sconfinata quantità di argomenti, dalla storia, alla letteratura, alla biologia alla chimica, dal gossip all’attualità e  alla cultura generale.

Nell’immedesimarvi in un giovane candidato nel pieno del suo studio di preparazione, potrete facilmente sentire in voi delle sensazioni non del tutto piacevoli: ansia, insicurezza,  notti in bianco, difficoltà di concentrazione e rilassamento, una memorizzazione nozionistica molto capillare, paura di non sapere mai abbastanza.

Come fare quindi a superare questi rigidi test a numero chiuso?

La domanda che ora legittimamente starete avanzando sarà: come è possibile riuscire a memorizzare velocemente argomenti così vasti, come tutta la letteratura dalle origini al giorno d’oggi, la storia italiana, amminoacidi polari e non polari, sequenza genica, molecole, tutti i dipinti di Leonardo, le scoperte e le invenzioni del ‘900 e chi più ne ha più ne metta, tutto per un’unica prova, un unico test?

È sicuramente possibile.

Non a caso esistono seminari di memoria e metodo che hanno l’obiettivo di creare le condizioni ottimali per avere successo in fase di esame.

E così, in compagnia di manuali ed alfa-test, con la scrivania colma di fogliettini ed appunti, con l’altissima catasta di libri che si erge dinanzi agli occhi, la tensione sale.

A chi non piacerebbe alleggerire il pesantissimo carico di studio?

A chi non piacerebbe aprire con maggiore facilità quella porta tanto desiderata ed attesa?

Ebbene, da oggi è possibile!

I candidati ai vari test d’ammissione potranno apprendere facilmente temi di cultura generale, usufruendo delle tecniche di memoria nello studio di materie scientifiche e non, come pav – paradosso, azione, vivido -  e mappe mentali, già svolte ed applicate, pronte alla memorizzazione.

Esse toccano svariati argomenti, dalla storia italiana alla storia dell’arte, dai monti, fiumi e laghi d’Italia e del mondo, dalle religioni  alle dottrine politiche, dalla letteratura alla biologia e molto altro ancora.

Chiunque abbia davvero voglia di eccellere, di conseguire risultati straordinari col minor dispendio d’energia, usufruendo di queste perle preziose, faccia un azione concreta, oggi stesso !

Avendo una risposta alla domanda del “come fare a superare i test a numero chiuso”, il resto sarà tutto in discesa…

Memoria e metodo quindi, il sogno è sempre più vicino !

Se vuoi subito un aiuto, scarica gratis gli e-book sulle abitudini da avere per acquisire una memoria efficiente.

Come già argomentato nell’articolo precedente “Memorizzare velocemente per i quiz della patente“,

in questo nuovo post continuiamo nell’approfondire la tematica che riguarda il come memorizzare i dettagli nozionistici di questo genere di argomento.

Ritornando alle dinamiche da tenere in considerazione nel metodo per la memorizzazione, così come già fatto per memorizzare le formule scientifiche piuttosto che nel memorizzare parole chiave e concetti, applicare lo schedario alfanumerico diventa un’esigenza e non una scelta.

vediamo in che modo.

L’associazione mentale va fatta tra immagine della parte di motore e il suo nome, comprese anche altre informazioni, tipo: a cosa serve, cosa fare se si rompe, ecc.

Immaginiamo la parte del motore che ci interessa come se fosse qualcosa di concreto.

A cosa assomiglia? Ad esempio, l’albero motore assomiglia moltissimo ad un pollo sullo spiedo, mentre il  nome è già di per sé un’immagine. Possiamo quindi immaginare che per accendere il nostro motore sia necessario arrostire un pollo infilzandolo nel ramo di un albero!

L’esempio è per rendere l’idea, ovviamente bisogna provare per credere!

Non dimentichiamo poi i vari nomi delle assicurazioni e polizze auto: come ricordare a cosa si collegano?

Anche qui, basterà semplicemente usare un po’ di immaginazione: le parole astratte sono scomponibili, da esse si possono ricavare immagini o altre parole che con un po’ di paradosso e di azione porteranno ad un sicuro e duraturo ricordo.

Capita a volte però, che nonostante un accurato studio della teoria, le simulazioni d’esame risultino un disastro, nel senso che non riusciamo a ricordare le informazioni nell’ ordine che vorremmo:

  • come mai accade questo?

Esse sono impostate apposta in modo da confondere l’esaminato: esistono dei termini, detti “quantificatori universali”, che messi nella domanda o nelle risposte creano dubbi ed errori.

Eccone alcuni esempi: tutto, sempre, solo, ogni volta, mai, in ogni caso, nessuno.

La lettura di uno di questi termini dovrebbe accendere subito una lampadina nella vostra mente con tanto di sonoro: eccolo lì, non mi freghi!

Il 90% delle volte che c’è una di queste parole nella frase la risposta è FALSA.

Quindi, per concludere: durante la vostra memorizzazione utilizzate a pieno la vostra memoria visiva per la segnaletica, usate la vostra creatività per le cose più noiose da ricordare, e attivate il vostro focus in fase di lettura delle domande e delle opzioni di risposta:

il vostro risultato parlerà per voi!

E presto ci saranno nuovi pericoli per le strade….