Posts Tagged ‘PREPARAZIONE TEST MEDICINA’

Come mai chiedersi “come memorizzare fiumi e laghi?”,

chi ha da superare un test di ingresso a numero chiuso, come per esempio il test di medicina o odontoiatria, lo sa benissimo.

Il 2010 sarà il secondo anno in cui la prova di cultura generale peserà addirittura il 50% sul totale dei quesiti presentati.

Memorizzare le formule scientifiche sarà secondario rispetto a memorizzare la storia d’ italia, piuttosto che memorizzare i palazzi delle istituzioni italiane.

Vale la pena quindi farsi qualche domanda di approfondimento, utile soprattutto per chi, dopo la prossima estate avrà questo genere di appuntamento.

Qual è il fiume più lungo d’Italia? La risposta che parte all’unisono è “il Po!”. Quanti chilometri è lungo?

E quali regioni attraversa?

Quali sono i primi venti fiumi più lunghi d’Italia?

Beh, forse qui nascono un po’ d’incertezze. Fiumi, monti, laghi d’Italia e del mondo. Ecco un’altra tappa del nostro viaggio nella cultura generale nei test d’ammissione. Cosa è necessario sapere?

Le informazioni da memorizzare sono abbastanza. Dedichiamo loro un rapido sguardo. Riguardo ai fiumi dovremo conoscere il nome, la lunghezza in chilometri, le regioni attraversate; riguardo ai monti il nome, la catena montuosa (alpi, apppennini, dolomiti), l’altezza in metri, le regioni d’appartenenza; riguardo ai laghi il nome, l’estensione in chilometri, le regioni attraversate. Lo stesso varrà per i monti, i fiumi e i laghi del mondo, con l’aggiunta dell’informazione sul continente d’appartenenza.

Potremmo star lì a leggere, rileggere, ripetere fino alla noia, tutte le informazioni decine e decine di volte finchè non saranno chiare.

Certo, data la vasta mole d’informazioni, riguardo anche solo ad un singolo monte, fiume o lago, il tempo impiegato sarà tutt’altro che breve, e il dispendio d’energia sempre maggiore. Ma anche in questo caso, ricorreremo alla formidabile tecnica del pav, grazie al quale renderemo la memorizzazione semplice e divertente. Classificheremo monti, fiumi e laghi in ordine crescente e li  numereremo. Ci serviremo d’immagini varie e della conversione fonetica. Chi di voi sta pensando “Oddio, ma non so come si procede, e poi ho poca fantasia, troppe informazioni e poco tempo”, può tranquillizzarsi.

Grazie a pav creativi ed efficaci già svolti e pronti per la memorizzazione, non vi resta che mettervi comodi e iniziare!

Troverai le risposte sul come fare sulla scheda del Corso sulle tecniche di memoria “Ciao”

Come memorizzare i palazzi delle istituzioni italiane?

“Il governo si riunisce a palazzo chigi per dibattere sulle ultime questioni interne”,  “A Montecitorio ultimo incontro della camera dei deputati”. Ecco alcune ordinarie notizie del telegiornale. Spesso la nostra reazione è “Uff, sempre le stesse cose!” Sentiamo tanto parlare di palazzo Chigi, di Farnesina, Montecitorio, di Corte dei Conti, Corte costituzionale, Ministero degli interni. Quanto ne sappiamo sulle istituzioni italiane? In quali palazzi sono ubicate le loro sedi?  Beh, nonostante sentiamo parlare di istituzioni quasi tutti i giorni, forse non tutti sappiamo con esattezza quali siano tutte le istituzioni del nostro paese, da chi sono presidenziate, o le loro sedi. La confusione regna sovrana! Istituzioni italiane e palazzi istituzionali. Eccoci giunti ad un’altra tappa dei test di cultura generale.

Facciamo un rapidissimo giro d’elicottero: la presidenza della Repubblica si riunisce al Quirinale, il Senato al palazzo Madama, la Camera dei Deputati a Montecitorio, il Governo a Palazzo Chigi, La Corte Costituzionale al Palazzo della Consulta ecc. ecc.

Come evitare la confusione? Potremmo star lì a leggere l’elenco completo, riscriverlo, ripetere innumerevoli volte, e magari non avere ancora la massima sicurezza. Sappiamo benissimo quanto sia importante una preparazione dettagliata e sicura, soprattutto in sede di quiz ministeriali, test a numero chiuso e la preparazione al test di medicina (vedi come superare i test a numero chiuso).

Ma come memorizzare tutte le istituzioni italiane e loro sedi? Da oggi, grazie alle tecniche di memoria e a dei pav (vedi Corso CIAO e memorizzare velocemente con la visualizzazione) svolti e pronti all’uso, si delineerà nitidamente il completo quadro della situazione. Riuscirete a memorizzare in tempi brevissimi tutte le informazioni a riguardo, eliminando radicalmente la confusione. E perché no, conoscendo approfonditamente le istituzioni e le sedi italiane,  potrete anche guardare il telegiornale con uno spirito critico e un’acutezza mentale ancora maggiore!

Le tecniche di memoria sono semplicissime da utilizzare e (per gli scettici o per soggetti con scarsa autostima) chiunque può riuscirci con ottimi risultati.

Le mnemotecniche si basano su delle caratteristiche che tutti abbiamo, come la creatività, la memoria visiva e la memoria associativa.

Spesso verrà usata quindi la visualizzazione creativa (vedi come usare la visualizzazione) facendo lavorare la nostra mente per immagini col minimo sforzo e un incremento del divertimento!

Richiedi informazioni per assistere ad un workshop gratuito in cui potrai provare le tecniche su te stesso e stupirti di quanto sia facile sfruttare di più la nostra mente e sviluppare la nostra formazione personale, imparando così, con semplicità, come memorizzare i palazzi delle istituzioni italiane.

Provare per credere!

La storia italiana contemporanea dagli anni ’70 ad oggi. Ecco un gettonatissimo argomento di cultura generale, dalla fedelissima presenza in ogni test d’ammissione. Ma come memorizzare la storia d’Italia?

Oltre ad una sequenza di fatti accaduti , la storia, studiata con vero spirito critico, ci conduce alla comprensione delle cause, ci invita a rivolgere  lo sguardo sull’evoluzione degli avvenimenti e sulle loro conseguenze, nel medio e nel lungo termine.

Per destreggiarsi nel panorama italiano storico, politico, artistico- letterario, cinematografico e televisivo,  è necessaria una conoscenza sia cronologica che tematica: sarà dunque fondamentale conoscere sia cosa è accaduto anno per anno, sia l’evoluzione di un avvenimento in maniera trasversale (vedi come memorizzare la storia).

L’affascinante storia contemporanea italiana, dalla storia dei partiti politici, all’emanazione dei vari decreti legge, dalla nascita delle brigate rosse, ai movimenti pacifisti, dalla nascita dei vari canali televisivi e delle  nuove trasmissioni, dall’unione europea a tangentopoli, si presenta come un enorme e variegato caleidoscopio.

E’ possibile studiare con passione e spirito critico, e soprattutto con  pochissima fatica, attraverso  mappe  mentali ( vedi memorizzare velocemente con le mappe mentali) già dettagliatamente svolte e particolareggiate. Esse vi permetteranno uno studio approfondito, rapido e piacevole, grazie alla loro struttura (stessa forma dei neuroni, immagini e  colori) e  alla loro funzionalità (completa visione d’insieme del’argomento).  Studiare la storia le mappe mentali permette inoltre una piena realizzazione di una conoscenza cronologica e tematica capendo così come memorizzare la storia d’Italia: rivolgeremo l’attenzione ai singoli anni e all’evoluzione dei vari avvenimenti, attraverso collegamenti trasversali, richiami visivi, imparando così come prendere appunti e memorizzarli.

La maggior parte delle persone che si ritrovano ad affrontare la storia come materia di studio dimenticano che basta conoscere gli avvenimenti chiave in sequenza cronologica per poter poi parlare interamente di un argomento. Conoscendo le venti parole chiave del periodo di Tangentopoli, non sareste in grado di ripercorrere in modo completo le tappe principali di quel momento storico? Certo che si! Infatti alla nostra memoria bastano alcuni punti fermi per poter sviluppare tutto un discorso. Il primo a capirlo fu Cicerone, che usava una tecnica detta Loci, cioè “luoghi”, basata sull’associazione tra posti fissi e conosciuti dall’oratore e le parole delle sue orazioni che gli interessava ricordare!

In più questa tecnica può essere utilizzata quando ci sono cose molto mnemoniche da ricordare, come ad esempio l’elenco dei Presidenti Italiani oppure i nomi delle catene montuose, dei fiumi, dei laghi, i capoluoghi delle regioni, ecc.!

Vi aspettiamo per capire ancora meglio come memorizzare la storia d’Italia e non solo… applicando le tecniche di memoria (vedi Corso CIAO) e iniziando a investire sulla tua formazione personale!

Come memorizzare la storia dell’Europa per i test a numero chiuso?

Qual è il più piccolo tra i continenti? Proprio il nostro! L’Europa! Paese meraviglioso e ricco di storia. Eccoci giunti ad un’altra tappa degli argomenti di cultura generale presenti  nei vari test d’ammissione (vedi come superare i test a numero chiuso).

Azionate i motori della vostra fantasia! Immaginando di viaggiare tra le capitali europee,  dalla torre Eiffel al cupolone, ai templi greci, o dovunque altro vi conduca la vostra immaginazione. Nel gustare quello spettacolo meraviglioso non possiamo non prendere coscienza di quanto poco conosciamo il nostro continente. Quanti paesi comprende? Quali tradizioni, quali norme, religioni, istituzioni, caratterizzano la sua varietà? Argomenti come questi, nei test aspettano solo voi! E allora andiamo loro incontro!

Grazie ad un rapido viaggio nel tempo, anche solo dagli anni ’50 del secolo scorso ad oggi,  vedremo un intero universo  dischiudersi innanzi a noi (vedi come memorizzare la storia?). Immergiamoci per un attimo nella storia d’Europa e nel suo vasto panorama geopolitico. Nel 1951, sfidando ogni difficoltà, Belgio,  Paesi Bassi,  Lussemburgo, Francia, Germania e Italia,  sei paesi coraggiosi e gagliardi hanno dato il calcio d’inizio ad un grande ed ambizioso progetto: l’unione Europea. Da allora, quel maestoso progetto d’unione , nonostante innumerevoli ostacoli, non si è mai più fermato, è al contrario in costante e continua crescita. Ad oggi l’Unione Europea conta 27 paesi. Altri stanno per unirsi. Nel 1992, il trattato di Maastricht ne ha sancito i pilastri politici ed economici. Nel 1999 è iniziata la coniazione della moneta unica, introdotta come contante nel 2002. Ad oggi l’euro è utilizzato da 16 paesi dell’Unione Europea, e altri ancora sono in trattativa per adottare la moneta unica.

E mentre capiamo come memorizzare la storia dell’Europa per i test a numero chiuso possiamo chiederci; quali paesi sono in Europa  e non fanno parte dell’unione? Quali sono stati gli anni d’entrata nell’Unione Europea degli attuali 27 paesi?  Quali sono le capitali di tutti gli stati? Quali paesi utilizzano attualmente la moneta unica? Quali sono gli organi istituzionali Europei, e da chi sono attualmente presidenziati?

Tra numeri, date, nomi, cronologie, decreti e tanto altro, potremmo rischiare di smarrirci e di aver bisogno di tempo per ritrovare la strada. Ma noi vogliamo rendere il vostro viaggio nella conoscenza dell’Europa meraviglioso, semplice e divertente. Con dei pav creativi e fantasiosi, già svolti e pronti per l’uso, memorizzerete con facilità estrema e in maniera approfondita, tutte le informazioni utili per voi. Grazie ai pav potrete dunque viaggiare in Europa sul divano di casa, e senza fatica alcuna, accrescere la vostra conoscenza, orgogliosi di essere cittadini d’Europa. Capito come funziona la memoria non si hanno più limiti!

Per imparare le tecniche dei PAV ecc., richiedi informazioni sul Corso CIAO, il corso sulle tecniche di memoria e apprendimento veloce. Potrai così capire bene come memorizzare la storia dell’Europa per i test a numero chiuso e iniziare ad applicare!