Archive for the ‘COME IMPARARE L’INGLESE’ Category

Memorizzare i vocaboli di una lingua straniera. Quante volte ci è sembrato difficilissimo? Impossibile? Noioso? Eppure sappiamo che conoscere almeno una lingua straniera è importante. Molte aziende ci chiedono, tra le nostre competenze, la conoscenza dell’inglese o di almeno un’altra lingua oltre a quella madre. Se pensiamo ad internet, vediamo in continuazione vocaboli stranieri.  Con le tecniche di memoria possiamo imparare a memorizzare con semplicità e velocità tutti i vocaboli, di qualsiasi lingua, che ci servono, che ci interessano, che vogliamo sapere. Come? Ecco qui una strategia semplice da seguire. Read the rest of this entry »

Imparare l’inglese con le tecniche di memoria si può! Per tutti quelli che hanno studiato per anni l’inglese a scuola e oggi ancora noninglese riescono a spiccicare nemmeno una parola. Per tutti quelli che a scuola hanno studiato il francese e ora vogliono conoscere l’inglese. Per tutti quelli che si sono resi conto che la conoscenza dell’inglese rappresenta una risorsa importantissima per lo studio, per il lavoro che fanno o per il lavoro che vorrebbero fare. Per tutti coloro che sono consapevoli che l’inglese è importante. Per tutti quelli che vogliono imparare l’inglese ma hanno poco tempo per farlo ecco una strategia semplice, efficace ma soprattutto rapida. Imparare l’inglese con le tecniche di memoria può essere alla portata di tutti con il corso di Memoria C.I.A.O.. Read the rest of this entry »

Che conoscere la lingua inglese sia importante è un dato di fatto. La conoscenza dell’inglese ci viene richiesta nei colloqui di lavoro, nella vita memorizzare-inglesequotidiana, anche navigando su internet è fondamentale conoscere l’inglese. E se andiamo all’estero? Conoscere l’inglese può esserci di grande aiuto per comprendere e farci comprendere. Insomma l’inglese è la lingua del momento. Importante risorsa, personale e professionale. Ma è possibile memorizzare l’inglese in poco tempo e con facilità? Molti hanno perso le speranze. Anni e anni di scuole superori passati a studiare e ad oggi, per alcuni la conoscenza di questa lingua è ancora quasi un’utopia. Ecco una bella notizia. Anche per i più rassegnati una soluzione c’è. Ed è molto semplice. Read the rest of this entry »

Quante volte ti è capitato di essere in un paese straniero e di non riuscire a capire e farti capire?

Quante volte hai notato che tra I requisiti richiesti dalle aziende veniva richiesta la conoscenza dell’inglese?

Quante volte ti sei chiesto quanto serebbe bello poter comprendere i testi di una canzone?

L’inglese è una delle lingue più parlate al mondo, è la lingua ufficiale in oltre 50 Paesi, parlata da oltre 300 milioni come madrelingua e diffusa come seconda lingua per quasi 200 milioni di persone (stima ONU 2007). Questi dati sono utili a farci riflettere su quanto la conoscenza dell’iglese sia importante. Se ci pensiamo bene anche nella nostra vita quotidiana ritroviamo una serie di vocaboli in inglese. Spesso in alcuni manuali di istruzioni l’italiano non è nemmeno contemplato, è tutto scritto in inglese.

Quanto possiamo dire di conoscere questa lingua? E quanti di noi sono rimasti fermi alla conoscenza dell’inglese scolastico?

La Cordua Formazione, sensibilie a questo argomento e in seguito alla grande richiesta su come poter applicare le tecniche di memoria per migliorare, o addirittura iniziare a conoscere la lingua inglese offre due modo per imparare a memorizzare i vocaboli di inglese. Al corso di tecniche di memorizzazione “C.I.A.O.” oltre a apprendere la tecnica per memorizzare i vocaboli di inglese avrai la possibilità di imparare circa un centinaio di vocaboli durante il corso. Il secondo strumento che hai a disposizione è l’esclusivo Audiocorso dei verbi irregolari. Si tratta di un un audiocorso della durata di tre ore che ti consentirà di memorizzare 300 verbi irregolari.

Se partiamo dal presupposto che ognuno di noi conosce già cinquescento vocaboli, che vengono utilizzati ogni giorno (come ad esempio computer, file, gossip, news ecc..) e inoltre la grammatica inglese è una delle più semplici che esista, puoi dire di essere già a buon punto!

Prova ad immaginare come sarebbe riuscire a capire e farti capire in un paese straniero, non doverti ridurre a interpretare le immagini di un manuale di istruzioni e poter scrivere sul tuo curriculum di avere un’ottima conoscenza della lingua inglese. Le tue possibilità si moltiplicano decisamente.

Vuoi saperne di più su come memorizzare i vocaboli di inglese? Visita il sito www.formazionepersonale.it e richiedi informazioni sul corso “C.I.A.O” e su come ottenere l’Audiocorso dei verbi irregolari.

Nel post di oggi vedremo una tecnica per memorizzare i vocaboli di inglese. Come tutti sappiamo conoscere l’inglese o una lingua straniera è utile non solo per riuscire a comunicare in un paese straniero ma è un requisito molto richiesto nel mondo del lavoro.

Ma non è sempre facile imparare da zero una lingua straniera, soprattutto per chi non ha avuto nemmeno una base scolastica e per chi lavora e non ha tempo di frequentare un corso.

Con l’utilizzo delle tecniche di memoria è possibile memorizzare i vocaboli di inglese, in pochissimo tempo. Gli ingredienti fondamentali sono, i nostri vocaboli da imparare e tanta creatività. Sfrutteremo la tecnica del PAV, creando un’associazione tra la parola in italiano e quella in inglese (vedi anche Audiocorso di inglese)

Prima di tutto dobbiamo visualizzare il vocabolo da memorizzare. Se è una parola concreta che nella realtà ha una forma (come ad esempio casa, sedia, letto ecc) averne un’immagine sarà molto facile. Per quanto riguarda le parole astratte, e che quindi nella realtà non hanno un aforma specifica, possiamo lavorare sul suono oppure dividere la parola in modo tale che ciascuna parte richiami un oggetto. Una volta trovata un’immagine efficace per le nostre parole, per quella in italiano e per quella in inglese, dovremo Creare il nostro PAV, cioè assoceremo i due vocaboli in maniera creativa, visualizzandole nella nostra mente come fossero un catone animato.

Per le prime volte, sarà utile creare delle immagini ricche di dettegli, utilizzando tutti e cinque i sensi. Immagina bene i colori, le sensazioni, se quell’oggetto emette suoni o se ha un gusto particolare. Insomma bisogna esagerare. Le nostre immagini dovranno essere il più paradossali possibili. Una volta fatta un po di pratica i PAV futuri saranno un po più brevi, magari meno dettagliati e avendo già allenato la nostra creatività (vedi anche Tecniche di memorizzazione creatività e brainstorming) saremo più veloci a visualizzare immagini creative.

Memorizzare i vocaboli di inglese con la tecnica del PAV, sarà sicuarmente non solo più divertenti, ma anche più veloce ed efficace. Inoltre facendo un piccolo calcolo, memorizzando almeno dieci vocaboli il giorno, cioè circa mezza’ora di applicazione, in un mese ne avremo imparati trecento, in due mesi seicento. Ciò vuol dire che avremo le capacità per poter effettuare una comunicazione quotidiana in inglese.

Vuoi saperne di più? Visita il sito www.formazionepersonale.it e richiedi informazioni sulle tecniche di memoria e sul seminario “C.I.A.O. Corso In Apprendimento Organizzato”.

Al giorno d’oggi si sente parlare sempre più spesso si formazione e di corsi di memoria. Le mnemotecniche che fino a non molto tempo fa erano conosciute solo in una cerchia ristretta, soprettutto in Italia, ora si stanno facendo spazio sempre di più, soprettutto ora che agli studenti viene richesta la conoscenza sempre più specifica delle materie di studio e che il mondo del lavoro sempre più competitivo, richiede un maggior numero di competenze e capacità.

Ma cosa si più imparare ad un corso di memoria?

La prima cosa da dire è che le tecniche di memoria si basano sull’impiego ottimale delle nostre facoltà mentali. Siamo portati un po per pigrizia un po per abitudine scolastica a utilizzare maggiormente il nostro emisfero razionale, e cioè l’emisfero sinistro. Questo però non ci consente di sfruttare al massimo le potenzialità del nostro cervello. Con le tecniche di memoria abbiamo la possibiltà di sfruttare entrambi I nostri emisferi quindi anche il destro, sede della creatività.

Il corso di memoria “C.I.A.O.” infatti si basa sull’utilizzo di alcune caratteristiche che possediamo per natura me che sfrutiamo molto poco. Che sono:

  • la memoria visiva che è attiva per l’80%;
  • le associazioni, tra le informazioni:
  • la creatività, l’utilizzo di eventi o immagini insolite.

Possiamo immaginare queste tre caratteristiche come tre pulsanti nella nostra mente, che utilizzati singolarmente danni si un risultato, ma che utilizzati insieme danno risultati straordinari.

Ecco cosa si può imparare ad un corso di memoria:

  • tecniche di rilassamento e concentrazione;
  • memorizzare elenchi di parole e vocaboli in lingua straniera;
  • memorizzare numeri, articoli di codice, formule;
  • ricordare con facilità nomi e visi;
  • ottenere un metodo di studio efficiente ed efficace;
  • cosa sono e come utilizzare le mappe mentali;
  • come gestire in maniera ottimale il tempo impiegato nello studio;
  • come migliorare il proprio approccio allo studio ed essere più motivati.

Vuoi saperne di più? Visita il sito www.formazionepersonale.it e richiedi informazioni sul corso di memoria “C.I.A.O.”