Author Archive

Ecco il link che riporta la Relazione del Dr Cordua sul SISTEMA DI SELEZIONE FRANCESE.

Il video spiega non solo quali sono le differenze tra il metodo attuale Italiano e quello Francese, ma spiega in pratica quali sono gli esami del primo sbarramento, quali materie coinvolgono e qual’è il sistema di valutazione.

Vi consigliamo di guardarlo assieme ai vostri genitori, così da condividere con loro quali siano le differenze rispetto a quanto è accaduto fino ad ora, in Italia.

METODO FRANCESE 1′ PARTE DI 2

METODO FRANCESE 2′ PARTE DI 2

Leggere le emozioni sul viso delle persone si può. Le classificazioni effettuate da Paul Ekman nel corso degli studi sulla mimica facciale espressioni_voltohanno portato ad affermare che la contrazione involontaria dei 49 muscoli facciali e del collo, creano delle ben precise mimiche che sono in alcuni casi espressione di alcune emozioni. Dalla combinazione delle contrazioni muscolari del volto si creano sette espressioni fondamentali che rappresentano: la rabbia, la felicità, la sorpresa, la paura, la tristezza, il disgusto e il disprezzo. Ognuna delle sette mimiche primarie inoltre può presentare delle variazioni dovute alla differenza di intensità o alla parzialità della mimica, alla mescolanza tra le mimiche di due diverse emozioni e agli emblemi che non esprimono una vera e propria emozione ma segnali ben precisi che accompagnano o completano il discorso. Read the rest of this entry »

Saper comunicare efficacemente tutti i giorni è  un obiettivo che molti desiderano raggiungere. Professionisti, studenti, ognuno di noi cosro_comunicazione_avanzatasente il bisogno quotidiano di essere in grado di trasmettere ai propri interlocutori messaggi efficaci. Spesso però questo non accade e le nostre conversazioni sfociano in liti, incomprensioni e silenzi imbarazzanti. Perché questo accade? Come mai non sempre siamo capaci di comprendere e farci comprendere dalle persone che ci circondano, indipendentemente dal contesto nel quale ci troviamo? E’ tutta una questione di comunicazione.

La comunicazione che per molti sembra semplice e naturale, visto che tutti i giorni ci confrontiamo attraverso il dialogo con chi ci sta intorno, in realtà consiste in una serie di regole che vanno comprese e applicate. Il seminario in Comunicazione Avanzata, ci permette proprio di conoscere queste regole e di imparare ad applicarle, nel lavoro, nello studio e nella vita quotidiana. Read the rest of this entry »

Test d’ingresso? Come posso essere preparato al meglio? Come posso vincere l’ansia e lo stress? Ma cosa c’è da sapere per affrontare il test test_ingressod’ingresso? Queste sono solo alcune delle domande che centinaia di studenti italiani si chiedono, ogni anno, da diversi anni. E questo momento, quello del test ministeriale per accedere alle facoltà a numero programmato, si presenta per tutti quelli che vogliono accedere ai corsi universitari a numero chiuso. Ma come si preparano i nostri studenti? Sanno cosa bisogna sapere? Si organizzano in maniera tempestiva o lasciano tutta la preparazione all’ultimo momento? La storia ne ha viste di ogni genere. C’è anche chi si affida alla fortuna.. Purtroppo, o per fortuna, la sorte spesso non basta per superare i test, che diventato ogni anno sempre più impegnativi e che soprattutto richiedono una competitività alta. Solo i migliori passano..fino a che c’è posto. A volte si più essere scartati per mezzo punto. Read the rest of this entry »

Cordua Formazione va in trasferta! Dove? Nella capitale!! Ebbene ecco la grande novità di quest’anno il corso di Microespressioni Facciali microespressionia Roma. La data di inizio prevista  per il 20 aprile 2012. Si tratterà di una tre giorni molto intensa. La sede presso la quale si terrà il corso è ancora da decidersi. Il docente del seminario sarà il Dott. Francesco Cordua. Il corso viene organizzato con la gentile collaborazione dell’IIMA – L’Istituto Internazionale di Mediazione ed Arbitrato. L’IIMA è un Organismo creato da team di professionisti in ADR per la promozione della cultura e delle pratiche di risoluzione alternativa delle controversie civili, commerciali, familiari e penali nell’ambito internazionale, comunitario e nazionale. E quindi per un mediatore quale formazione se non una sul linguaggio del nostro volto? Ovviamente il seminario è aperto a chiunque abbia la curiosità e l’interesse di approfondire un tema come quello delle microespressioni. E’ aperto a chiunque abbia voglia di avventurarsi in questo mondo ricco di novità e curiosità, ma anche e soprattutto ricco di strumenti utili per poter migliorare la propria comunicazione, ad ogni livello.
Che si tratti di rapporti lavorativi, scolastici, personali, studiando e conoscendo le microespressioni facciali e quindi in che modo noi comunichiamo i nostri sentimenti, le nostre sensazioni e le nostre emozioni attraverso i movimenti del nostro volto, possiamo davvero provare e riuscire con il giusto esercizio a comprendere realmente il nostro interlocutore. Per chi non avesse mai o poco sentito parlare di Microespressioni facciali è possibile accedere alla pagina dedicata del nostro blog. E’ importante sapere che rappresentano una novità formativa, almeno qui in Italia, ma nascono dagli studi del professor Paul Ekman che a partire dagli anni ’70 cominciò ad analizzare la relazione tra le nostre emozioni e le espressioni del nostro volto.
Se sei di Roma o dintorni non perdere l’opportunità di partecipare a questo evento, la data è unica!
Se vuoi saperne di più sulle modalità di partecipazione e la struttura del corso, visita il sito www.formazionepersonale.it e richiedi maggiori informazioni!

Quante volte ci sarà capitato parlando con un interlocutore conosciuto o sconosciuto di chiederci se sta dicendo la verità o meno? Ci sarà capitato sicuramente ci voler conoscere il reale stato d’animo della persona che abbiamo di fronte, e ancora più spesso saremo stati curiosi di sapere cosa, la persona che abbiamo davanti, pensi di noi. Nel campo del linguaggio del corpo, inteso nel senso più ampio del termine, si aggiunge la lettura e l’interpretazione delle microespressioni facciali. Eh si perché, se anche i più bravi simulatori, possono controllare il proprio corpo cercando di non far trapelare nulla, le microespressioni sono impossibili da controllare. Come già accennato precedentemente le microespressioni facciali, consistono in tutti quei movimenti muscolari involontari del nostro volto, che lasciano trapelare le nostre vere emozioni, il nostro stato d’animo. Read the rest of this entry »