espressione_pauraTutti abbiamo provato paura almeno una volta nella vita. Possono essere tantissimi gli eventi che possono spaventarci ma non esistono eventi universalmente riconosciuti come paurosi. Eppure l’espressione della paura, compare in maniera analoga sul volto di chi prova tale emozione, anche se la causa scatenante è differente.

La mimica della paura coinvolge le tre principali zone del volto, sopracciglia, occhi e bocca.

Quando si prova paura, sul volto compare una particolare espressione rappresentata dalle sopracciglia sollevate e ravvicinate, il movimento delle sopracciglia crea delle piccole rughe orizzontali al centro della fronte. Nella mimica della paura gli occhi appaiono con la palpebra superiore sollevata e quella inferiore contratta e sollevata, la parte bianca dell’occhio, la sclerotica, è scoperta. Infine, la bocca solitamente compare aperta e con le labbra tese o stirate all’indietro.

La paura spesso viene confusa con l’espressione molto simile della sorpresa a causa dei movimenti che coinvolgono sopracciglia e palpebre. La differenza tra le due espressioni sta principalmente nelle sopracciglia. Quelle della sorpresa sono inarcate e distanti tra di loro mentre quelle della paura sono sempre sollevate, ma tendono ad avvicinarsi e a rimanere più dritte. Per quel che riguarda le palpebre nell’espressione della paura c’è una maggiore tensione.

Vediamo un esempio dell’espressione di paura con l’aiuto di un video estratto dal canale YouTube Microespressioni:

 

Al secondo “28 possiamo notare l’espressione della paura.

L’intensità della paura varia di intensità, dalla lieve apprensione al terrore. Alla paura può seguire una qualunque delle altre emozioni primarie. Possiamo provare rabbia, disgusto, tristezza ecc. Vuoi saperne di più? Visita il sito www.formazionepersonale.it e richiedi maggiori informazioni sul seminario di Microespressioni facciali “Scopri chi ti mente”!

One Response to “L’espressione della paura. Post con video!”

  • Bell’esempio, oltretutto l’espressione viene mantenuta più del solito. Da notare anche il movimento delle mani nel momento in cui dice “imbrogliare”

Leave a Reply