Come possiamo riconoscere attraverso le microespressioni menzogna e verità sul volto del nostro interlocutore? L’osservazione delle microespressioni_menzognamicroespressioni facciali ci permette non solo di capire attraverso il volto quali sono le emozioni provate dai nostri interlocutori, ma anche se le espressioni del volto sono reali o delle finzioni.

Lo studio della mimica facciale ci permette di riconoscere la menzogna sul volto delle persone attraverso tre segnali principali che contraddicono le regole di espressione delle emozioni. Questi segnali sono l’asimmetria della mimica facciale, la durata della microespressione e la collocazione della stessa nel discorso.

L’asimmetria delle espressioni facciali si verifica nel momento in cui le stesse azioni compaiono sulle due metà del viso ma sono più intense su una delle due parti.L’asimmetria è principalmente causata dal conflitto tra i due emisferi cerebrali. L’emisfero destro infatti è più specializzato del sinistro nel trattamento delle emozioni. E dato che l’emisfero destro controlla gran parte dei muscoli della metà sinistra del viso e il sinistro quelli della metà destra, le emozioni si mostrano con maggiore intensità sulla parte sinistra del volto. L’asimmetria indica quindi un’emozione poco sentita e lo sforzo di creare volontariamente un’emozione che non viene realmente provata.

La durata della microespressione è il secondo segnale che ci permette di capire se l’emozione che osserviamo e reale o forzata. Le microespressioni facciali involontarie durano meno di un secondo. Le espressioni prolungate nel tempo indicano che si sta cercando di simulare quell’emozione.

Infine l’ultimo segnale è la collocazione della mimica nel discorso. Solitamente l’emozione precede un’affermazione. Quindi ad esempio, se il nostro interlocutore dice di essere arrabbiato ed esprime la propria collera sul volto solo dopo l’espressione verbale, probabilmente sta mentendo.

Vuoi saperne di più? Richiedi maggiori informazioni sul seminario di Microespressioni facciali “Scopri chi ti mente” nella tua città!

Allenati a riconoscere la mimica facciale con i video del canale YouTube Microespressioni!

Leave a Reply