menzogna_microespressioniIndividuare i bugiardi non è sempre facile, anzi non lo è quasi mai, soprattutto se conosciamo poco e niente la persona che abbiamo davanti a noi. Come facciamo allora a capire se il nostro interlocutore ci sta mentendo? I segnali da valutare quando ci rendiamo conto che qualcosa non torna in ciò che ci viene detto, sono molteplici. Dobbiamo infatti prestare attenzione agli occhi, alla dilatazione delle pupille, alle espressioni e microespressioni del volto e aiutarci con l’osservazione anche dei movimenti del corpo, delle mani, della testa e con le tonalità della voce.

Senza dubbio, sono le microespressioni facciali quei segnali che maggiormente ci aiutano a capire le vere intenzioni del nostro interlocutore. Tra tutti i segnali del corpo sono quelle che per l’uomo è più difficile controllare e manipolare. Alcune espressioni sono praticamente impossibili da riprodurre a comando come se fossero vere e spontanee. Le microespressioni facciali compaiono sul nostro volto per circa 1/5 di secondo ed esprimono le emozioni che proviamo in quel preciso istante. E’ proprio la loro brevità che rende impossibile falsificarle. Ogni contrazione muscolare del volto è riconducibile ad una sola ed unica emozione, ma si possono verificare delle combinazioni di contrazioni di diverse emozioni quando queste si susseguono o vengono provate quasi contemporaneamente.

Le microespressioni facciali, non ci permettono di scoprire le bugie che ci vengono dette, ma rivelano quali emozioni legate all’atto di mentire il nostro interlocutore sta provando proprio nel momento in cui dice una bugia. La paura di essere scoperti, il senso di colpa che si prova nel mentire, il piacere della beffa che si prova quando ci si prende gioco di qualcuno raccontandogli una bugia, sono tutte emozioni che compaiono sul volto di un bugiardo e che possiamo essere in grado di riconoscere osservandone la mimica. Come fare a capire l’oggetto della menzogna? Basterà fare le domande giuste.

Vuoi saperne di più su questo argomento? Visita il sito www.formazionepersonale.it e richiedi maggiori informazioni sul seminario di Microespressioni facciali.

Esercitati con i video del canale YouTube Microespressioni a riconoscere le emozioni del volto!

 

Leave a Reply