Continuiamo a parlare di stili di espressione. Nel post precedente abbiamo visto i primi quattro stili espressivi che possono caratterizzare il volto delle persone. Abbiamo visto le caratteristiche dell’espressione trasparente, dell’espressione opaca; l’espressione inconsapevole e l’espressione in bianco. Oggi analizzeremo altri stili espressivi: l’espressione vicaria, l’espressione congelata, l’espressione pronta all’uso e l’espressione pervasiva.

- L’espressione vicaria è un’espressione che compare sul viso quando però in realtà ne proviamo un’altra. Può ad esempio capitare di provare rabbia ma avere sul volto stampata l’espressione della tristezza senza nemmeno rendercene conto.

- L’espressione congelata è quelle espressione che compare fissa sul volto di una persona. “Quello li ha sempre la stessa faccia”, è la frase che descrive un’espressione congelata. Essa può verificarsi per motivi fisiognomici, ma può anche essere causata dall’abitudine a mantenere sempre una determinata espressione.

- L’espressione pronta all’uso, è un’espressione che possiamo utilizzare a seconda del contesto sociale nel quale ci troviamo. Questa emozione prende il posto di quella

reale, che però compare subito dopo. Solitamente si tratta di espressioni di sorpresa o di felicità, che compaiono in maniera parziale sul volto.

- L’espressione pervasiva infine, è molto simile a quella congelata, ma a differenza di quella congelata ha a che fare con il carattere di una persona. L’espressione pervasiva compare indipendentemente dal tipo di emozione provata.

Per saperne di più sulle microespressioni facciali, seguici su facebook alla pagina Microespressioni facciali, o richiedi maggiori informazioni qui!

Guarda i video del canale YouTube Microespressioni e allenati a riconoscere le espressioni del volto!

 

Leave a Reply