Come si fa a interpretare la mimica del volto? E quali sono gli errori che si possono fare nell’interpretazione della mimica e perché?interpretare_mimica

Interpretare la mimica del volto, con un po’ di studio e allenamento può diventare una capacità alla portata di tutti noi. Un corso di microespressioni facciali, può essere un ottimo trampolino per imparare a riconoscere le emozioni facciali e ad interpretarne la mimica. Possiamo imparare quali sono le emozioni primarie che si esprimono attraverso le espressioni del volto, possiamo imparare a capire quali sono quelle autentiche e quelle finte, possiamo essere in grado di distinguere se stiamo osservando un’espressione autentica, un’espressione parziale, un’espressione mista o se siamo di fronte ad un emblema, che non è una mimica specifica ma un gesto, più o meno volontario, che utilizziamo per comunicare un messaggio specifico.

Se impariamo quali sono le unità di azione dei muscoli facciali che compongono le varie microespressioni emozionali, possiamo essere in grado, affinando con l’allenamento la nostra sensibilità e la nostra attenzione, di riconoscere in quei movimenti rapidissimi del volto una determinata emozione. Ma attenzione, l’errore è sempre in agguato. Possiamo commettere degli errori nell’interpretazione della mimica del volto a causa di numerosi fattori. Può capitare di confondere un gesto emblematico con la mimica di un’emozione, ci sarà capitato più volte di vedere una persona che in apparenza sembra arrabbiata ma in realtà la sua espressione non è di rabbia ma di concentrazione. Ci sono inoltre alcuni segnali che possono essere facilmente nascosti. Possiamo cadere in errore quando interpretiamo un’espressione a causa di numerosi agenti esterni e abitudini sociali. Ad esempio una comunicazione tra due persone è influenzata di tantissime informazioni, ricordiamoci che comunichiamo su tre livelli differenti, verbale, non verbale e paraverbale. Quindi la nostra attenzione non sempre è solo sul volto, ma è direzionata anche ad ascoltare ciò che viene detto e il modo in cui viene detto, e possiamo essere distratti da cambiamenti della postura o da altri movimenti fatti con altre parti del corpo.

Vuoi approfondire questo argomento? Visita il sito www.formazionepersonale.it e richiedi maggiori informazioni sul seminario di Microespressioni facciali.

Allenati a riconoscere le espressioni del volto con i video del canale YouTube Microespressioni!

 

Leave a Reply