Archive for July, 2013

Provare disgusto. La mimica.  Post con video!Il disgusto indica un sentimento di repulsione. Il disgusto si riferisce a qualcosa di ripugnate in primo luogo al senso del gusto, sia provato sul momento sia ricordato.

La sensazione di disgusto di solito si origina dall’atto di mangiare, ma possiamo provare disgusto anche quando sentiamo un cattivo odore, dato che il senso dell’olfatto è strettamente collegato a quello del gusto. Possiamo comunque provare disgusto anche alla vista di un qualcosa che non ci piace o al tatto di un oggetto ad esempio viscido. Read the rest of this entry »

In attesa della pubblicazione delle graduatorie definitive per l’accesso al corso di laurea di Medicina e chirurgia e Odontoiatria e ammissione_medicinaprotesi dentaria dell’Università Cattolica, centinaia di studenti italiani sono impegnati dalle prime ore di questa giornata con le prove orali per accedere al corso di laurea di Medicina e chirurgia del Campus Biomedico di Roma.

La prova scritta, alla quale hanno partecipato centinaia di studenti, si è tenuta lo scorso 25 luglio presso la fiera di Roma. Le aspiranti matricole hanno avuto due ore e 30 minuti di tempo per svolgere il compito che consisteva nella soluzione di 100 quesiti a risposta multipla basati su argomenti di logica, biologia, chimica, fisica e matematica. Read the rest of this entry »

Continuiamo a parlare di stili di espressione. Nel post precedente abbiamo visto i primi quattro stili espressivi che possono caratterizzare il volto delle persone. Abbiamo visto le caratteristiche dell’espressione trasparente, dell’espressione opaca; l’espressione inconsapevole e l’espressione in bianco. Oggi analizzeremo altri stili espressivi: l’espressione vicaria, l’espressione congelata, l’espressione pronta all’uso e l’espressione pervasiva.

- L’espressione vicaria è un’espressione che compare sul viso quando però in realtà ne proviamo un’altra. Può ad esempio capitare di provare rabbia ma avere sul volto stampata l’espressione della tristezza senza nemmeno rendercene conto. Read the rest of this entry »

Sui volti delle persone possiamo trovare una quantità infinita di espressioni. Ogni emozione viene trasmessa attraverso la mimicastili_espressione del volto con movimenti muscolari bene precisi, quando un’emozione è realmente sentita. Le emozioni compaiono allo stesso modo sui volti di tutti, adulti e bambini. Le microespressioni, infatti, hanno una caratteristica importantissima, sono universali, cioè non dipendono dalla nazionalità, dal sesso, dal tipo di cultura o di istruzione. Anche se le emozioni compiano allo stesso modo sul volto delle persone, ogni persona presenta delle caratteristiche diverse, che dipendono dalla conformazione del volto e da altri fattori. Ekman con i suoi studi ha capito che ognuno di noi presenta degli stili di espressione diversi. Gli stili di espressione individuati da Ekman sono 8: trasparente, espressione opaca; espressione inconsapevole, espressione in bianco, espressione vicaria, espressione congelata, espressione pronta all’uso, espressione pervasiva. Read the rest of this entry »

Sono già aperte le iscrizioni per l’ammissione ai corsi di laurea delle professioni sanitarie dell’Università Cattolica del Sacro Cuore.

Fino al 20 agosto 2013, sarà possibile iscriversi, attraverso il portale www.roma.unicatt.it, specificando per quale corso di laurea si intende concorrere. Una volta compilata la parte anagrafica e la scelta dei corsi sarà possibile scaricare il bollettino MAV e procedere al pagamento di 120 euro come contributo alle spese generali. Il bollettino dovrà essere pagato entro e non oltre il 20 agosto, data della scadenza delle iscrizioni. Read the rest of this entry »

Le persone che abbiamo di fronte esprimono i loro sentimenti, sensazioni ed emozioni, non solo con i gesti e le parole, ma anche e soprattutto microespressioni_faccialiattraverso il volto. Piccolo e rapidissimi movimenti involontari del nostro viso, possono comunicare emozioni molto intense. Sono le microespressioni facciali, che in meno di un secondo possono dirci tantissimo sulla persona che abbiamo di fronte a noi.

Imparare a riconoscere e decodificare le microespressioni facciali, più essere un aiuto fondamentale per migliorare la nostra comunicazione e le nostre relazioni sia personali, sia professionali, permettendoci così di capire a fondo il nostro interlocutore. Conoscere le microespressioni facciali, è uno strumento utile a tutti, indipendentemente dal tipo di professione che si svolge. Il corso di microespressioni facciali infatti, è aperto a tutti, a studenti e lavoratori. Read the rest of this entry »