Le facce della felicità possono essere molteplici. Quando osserviamo il volto di una persona possiamo trovarci di fronte ad espressionifelicità di felicità differenti. Non tutte le espressioni sono sincere, e la mimica della felicità presenta delle caratteristiche ben precise.

La felicità inoltre può derivare da eventi e situazioni differenti. Esiste la felicità da piacere che deriva da sensazioni fisiche positive, la felicità da eccitazione che nasce quando si è molto interessati a qualcosa, la felicità da sollievo che arriva alla fine di un dolore o di un’esperienza negativa e la felicità per se stessi, che nasce quando ci si sente apprezzati.

Indipendentemente dalla causa che genera la felicità essa si presenta realmente sul volto solo se si attivano particolari movimenti muscolari. Il sorriso è l’emblema della mimica della felicità, ma ciò che realmente esprime questo sentimento sono gli occhi. L’espressione della felicità è caratterizzata da segni particolari delle palpebre. Un’espressione di felicità reale vedrà crearsi delle rughe orizzontali ai lati esterni degli occhi, quelle che comunemente chiamiamo zampe di gallina. L’area della fronte e delle sopracciglia non interviene necessariamente.
Per quanto riguarda la parte inferiore del volto possiamo riscontrare: un sorriso a labbra unite, labbra leggermente aperte che lasciano intravedere i denti, un sorriso a bocca aperta.

La felicità può variare di intensità, dalla lieve soddisfazione alla gioia più completa. Non è l’intensità del sorriso a stabilire quanto sia intensa la nostra felicità. Il sorriso, che fa parte della mimica di felicità, può essere usato anche al di fuori di quest’emozione, per nascondere altre emozioni, o per attenuare un’emozione.

Nel prossimo video, estratto dal canale YouTube Microespressioni possiamo notare una serie di immagini estratte da video reali che ci permettono di capire come si mostri realmente la felicità, quali sono i livelli di questa emozione e quando siamo di fronte ad un sorriso finto.


Vuoi saperne di più? Visita il sito www.formazionepersonale.it e richiedi maggiori informazioni sul seminario di Microespressioni facciali!

Leave a Reply