Settimana ricca di novità e dichiarazioni per quanto riguarda la regolamentazione dei test d’ingresso alle facoltà a numero programmato, sia per quest’anno test_ingressoaccademico, sia per il 2014. Mentre si attende il decreto legge di mercoledì 12 sul rinvio a settembre dei test d’ingresso a Medicina, Odontoiatria, Veterinaria e Architettura, che con il decreto di aprile erano stati fissati in calendario per fine luglio, il neo Ministro dell’Istruzione Carrozza, interviene ancora sul tema università e test d’ingresso.

Il bonus maturità non verrà congelato, questa è una certezza, ma si sta cercando di renderlo più equo. In una intervista su Repubblica il Ministro afferma “Resta il punteggio, ma la media dei voti non sarà più tarata sull’istituto scolastico dove si fa la prova, ma sulle singole commissioni. Terremo conto del voto di Maturità, nella prima versione si prendevano in considerazione anche i voti dell’anno precedente a quello dell’esame”.

Migliorare quindi la realizzazione prevista dall’ex Ministro Profumo è l’obiettivo. Quindi ancora per quest’anno i test si svolgeranno a settembre, ma per l’accesso ai corsi di laurea dell’anno accademico 2014/2015, gli esami sono previsti ad aprile. Ma in questo caso varranno successivamente i voti della maturità?

Il Ministro poi ribadisce l’importanza del numero programmato come strettamente legato alla disponibilità delle attrezzature che devono permettere agli studenti ad avere un insegnamento di qualità.

Quindi, a conti fatti, per quest’anno i test di ammissione resteranno a settembre, nel 2014 si prevede aprile, come già stabilito nel decreto precedente. Resta un punto interrogativo sul bonus maturità, come verranno assegnati i bonus? E se l’anno prossimo verranno presi in considerazione.

www.testammissione.org

 

 

Leave a Reply