Continuiamo a parlare di microespressioni e linguaggio del corpo. Oggi parleremo di incoerenza nella mimica. Quando incoerenzaosserviamo il nostro interlocutore per cercare di capire cosa vuole comunicarci realmente o quali sono gli stati d’animo che prova, possiamo affidarci alle microespressioni facciali. Il nostro volto infatti è la parte del corpo più espressiva. Attraverso il viso comunichiamo le nostre reali emozioni e stati d’animo, le microespressioni facciali sono difficilissime da controllare, quindi risultano essere maggiormente veritiere.

Ma nel corso di una conversazione possiamo ricevere numerosi messaggi anche dal resto del corpo. In base alle emozioni che proviamo o agli stimoli che riceviamo, il nostro corpo reagisce in qualche modo. Ad esempio possiamo capire in base ai movimenti e alla postura se il nostro interlocutore è interessato o meno a ciò che gli stiamo dicendo. La posizione di gambe e braccia più farci capire se la persona davanti e noi è aperta o meno al dialogo. Possiamo capire in base a certi gesti con le mani e alla loro interazione con il viso se la persona con cui stiamo parlando sia o meno d’accordo con noi.

Osservando la mimica del corpo e del volto non solo possiamo ricevere dei messaggi ma possiamo anche capire quando ci sono delle incoerenze tra ciò che si pensa e ciò che viene detto o quando il nostro interlocutore ci sta mentendo. In particolare possiamo osservare incoerenza tra verbale e non verbale quando osserviamo dei movimenti asimmetrici, nel volto o nel corpo.

L’asimmetria infatti è uno dei tre indicatori di menzogna per quanto riguarda la mimica delle emozioni. E lo stesso vale per il resto del corpo. Dove si verifica un’asimmetria di movimento allora ci troviamo davanti ad una menzogna o alla volontà da parte dell’altro di nascondere qualcosa, indipendentemente dal motivo.

Vediamo un esempio con l’aiuto di un video estratto dal canale YouTube Microespressioni:

Al secondo “30 possiamo notare un movimento asimmetrico ripetuto della spalla destra del personaggio del video.

Vuoi approfondire questo argomento? Visita il sito www.formazionepersonale.it e richiedi maggiori informazioni sul seminario di Microespressioni facciali.

Leave a Reply