La paura è quell’emozione che ci avverte quando siamo in pericolo. Provare paura ci permette di difenderci o di scappare. Ma possiamo provare paura in maniera irrazionale e sentirci spaventati anche per qualcosa che non ci mette necessariamente in pericolo di vita. Come si fa  a riconoscere l’espressione della paura sul volto di una persona?

Nella mimica della paura completa possiamo osservare le sopracciglia sollevate e ravvicinate , al centro della fronte compaiono delle rughe orizzontali che non attraversano l’intera fronte. La palpebra superiore appare sollevata, mentre quella inferiore è contratta e sollevata. Infine la bocca è aperta e le labbra appaiono leggermente tese e stirate all’indietro. La paura intensa inoltre è accompagnata da alterazioni corporee e sensazioni fisiche: impallidire, sudore, tremore, aumento del battito cardiaco e della frequenza respiratoria, si può scappare o si rimane immobili.Come per le altre emozioni primarie anche la paura può variare di intensità e può presentare delle mimiche incomplete e degli emblemi. Parliamo quindi di espressione di paura lieve o apprensione se c’è attività nella fronte e nelle palpebre mentre le labbra resta neutre. Ci troviamo di fronte a paura inorridita se la fronte è neutra mentre sono attive le palpebre e le labbra sono tese. Infine quando la fronte rimane neutra e verifichiamo attività solo nelle palpebre e nelle labbra aperte allora stiamo osservando un’espressione di orrore.
Analizziamo una mimica incompleta della paura con l’aiuto di un video estratto dal canale YouTube Microespressioni

Al secondo “19 possiamo notare un’espressione di apprensione. Infatti possiamo notare una maggiore attività nella parte superiore del volto. Le sopracciglia sono sollevate e ravvicinate e le palpebre leggermente tese. Mentre la bocca rimane neutra.

Vuoi saperne di più? Visita il sito www.formazionepersonale.it e richiedi maggiori informazioni sul seminario di Microespressioni facciali!

Leave a Reply