Attraverso le espressioni facciali e l’osservazione della mimica del volto possiamo individuare sul viso dei nostri interlocutori le emozioni mimica_rabbia_mascherataprovate in un determinato momento. Le microespressioni facciali si manifestano in maniera spontanea sul nostro volto nell’esatto momento in cui proviamo un’emozione. Le espressioni facciali possono variare di intensità in base a quanto è intensa l’emozione provata. Un’espressione reale e sincera si riconosce dal fatto che si attivano tre specifiche zone del volto. Quando invece si cerca di fingere o mascherare un’emozione possiamo notare sul volto della persona che abbiamo davanti un’alterazione della mimica. Oggi vedremo come riconoscere la mimica della rabbia mascherata.

Come abbiamo detto la mimica della rabbia, come le altre sei emozioni primarie, quando compare è attiva su tutte e tre le aree del volto contemporaneamente. In una espressione di rabbia sentita possiamo notare le sopracciglia abbassate e ravvicinate, le palpebre tese con quella superiore abbassata mentre quella inferiore può alzarsi, le labbra possono essere serrate o la bocca può essere aperta.

Possiamo riconoscere la mimica della rabbia mascherata se per esempio si crea tensione solo nella parte alta del viso e quindi nella zona delle palpebre. Oppure possiamo notare un’espressione di rabbia mascherata quando sono attive solo le sopracciglia oppure se la bocca è serrata mentre le altre aree del volto sono neutre.

Vediamo un esempio di rabbia mascherata con un video estratto dal canale YouTube Microespressioni:

Guardando con attenzione il video possiamo notare al secondo “10 un’espressione di rabbia mascherata. Le sopracciglia sono lievemente abbassate e ravvicinate, le labbra non sono serrate ma i denti si.

Vuoi saperne di più e imparare a riconoscere le espressioni facciali? Visita il sito www.formazionepersonale.it e richiedi maggiori informazioni sul seminario di Microespressioni facciali!

Leave a Reply