Quali sono gli elementi per smascherare una bugia? Come possiamo capire se la persona che abbiamo di fronte mente o dice la verità? Smascherare una bugia dal comportamento verbale, si rivela spesso un’impresa difficile. Le parole sono facilmente controllabili, e a meno che non siamo in grado di leggere nella mente delle persone, non possiamo fare un totale affidamento sulle parole. In realtà non esiste un vero e proprio segnale univoco di menzogna, ma per capire se una persona ci sta mentendo o se dice la verità dobbiamo raccogliere diversi elementi, non solo verbali ma anche non verbali e paraverbali. Armonia, in questo caso, è sinonimo di verità, quando verbale, non verbale e paraverbale, sono allineati, comunicano cioè lo stesso messaggio, allora il nostro interlocutore è sincero con noi. Perché le parole non sono totalmente affidabili, mente i gesti del corpo e del volto lo sono? Le parole sono facilmente manipolabili perché è la mente a guidarle, i gesti del corpo e la mimica del viso invece, sono guidati dall’istinto e dall’inconscio. L’espressione dei sentimenti avviene in maniera innata e inconsapevole. Se ci pensiamo bene, è impossibile convincersi di non provare un sentimento.

Quindi possiamo mentire con le parole, ma con il corpo e con il volto no. Gli studi sulle microespressioni facciali ci forniscono tre elementi per capire quando una persona ci mente sui suoi sentimenti: l’asimmetria, il tempo e la collocazione nel discorso.
1) L’asimmetria delle espressioni facciali si verifica quando queste non sono speculari da una parte all’altra del viso. In questo caso abbiamo un’assenza di armonia. Le espressioni asimmetriche (fatta eccezione per l’espressione del disgusto/disprezzo, che comunque comprende l’attivazione di diversi muscoli facciali), sono indice di menzogna.

2) Il tempo, se una espressione dura più di 5-10 secondi è quasi sicuramente falsa! Le microespressioni facciali sono rapidissime, spesso durano meno di un secondo, il prolungarsi di una espressione sul volto è indice di menzogna.

3) La collocazione nel discorso dell’emozione giusta al momento giusto, è un altro modo per comprenderne la veridicità. Per essere vera l’espressione deve verificarsi contemporaneamente alle parole.

Vuoi saperne di più? Visita il sito www.formazionepersonale.it e richiedi maggiori informazioni sul corso di Microespressioni facciali.

Accedi al canale YouTube Microespressioni e guarda i video dedicati alla mimica facciale!

Leave a Reply