Su ANSA il Ministro Profumo spiega e difende la scelta di anticipare il Test a Luglio.

“Il test d’accesso, anticipato a luglio – ha spiegato il ministro – valuterà le conoscenze già acquisite. Per medicina verterà su cinque argomenti: cultura generale, matematica, fisica, chimica e biologia. E le domande – ha assicurato – terranno conto dei programmi scolastici studiati alle Superiori”. E dunque la preparazione per la Maturità coinciderebbe con quella per sostenere i test.

A primavera poi gli studenti che hanno deciso di iscriversi a una facoltà a numero chiuso potranno cimentarsi con un test preliminare di attitudine, non vincolante. Quanto alla preparazione, Profumo ha in mente un simulatore con il quale le aspiranti matricole potranno esercitarsi.

Il ministro ha difeso la scelta – contestata soprattutto dagli studenti – di anticipare a luglio i test spiegandone i vantaggi. “Le graduatorie – ha spiegato – per essere consolidate necessitano di almeno due mesi. Con i test a metà settembre si arrivava spesso a metà dicembre senza avere ancora graduatorie consolidate con gravi disservizi per gli studenti dal momento che le lezioni cominciano, invece, a ottobre. E per chi scopriva di non essere inserito in graduatoria le difficoltà logistiche non erano poche. Vogliamo evitare tutto ciò. “.

Fonte da ANSA.it

Accedi al blog www.testammissione.org e tieniti aggiornato su tutte le novità relative ai test d’ingresso alle facoltà a numero programmato!

 

Leave a Reply