Il viso, grazie alla presenza degli occhi e della bocca ed in particolare grazie alla presenza di una enorme quantità di muscoli dai movimenti espressione_emozioniestremamente precisi, è senz’altro la parte del corpo, non solo più espressiva, ma in particolare è deputata all’espressione delle emozioni. Con il volto ciascuno di noi comunica qualcosa al mondo o cerchiamo di nascondere qualcosa. Usiamo il volto talvolta per fingere un’emozione o talvolta  per nasconderne una che non vogliamo mostrare, ma un occhio esperto può essere in grado di individuare con facilità quando un’espressione è reale o forzata. Il viso può essere usato anche per fingere, ma l’occhio esperto può essere in grado di individuare la simulazione da altri segni.

L’insieme delle combinazioni dei movimenti muscolari del volto crea le microespressioni facciali. Le microespressioni faccialirappresentano il mezzo più efficace per riconoscere l’espressione delle emozioni, anche se per poterle individuare con certezza è necessario essere allenati. Lo studio delle microespressioni facciali viene reso noto nella seconda metà del ‘900 in seguito agli studi dello psicologo Paul Ekman che, oltre a confermare le teorie di Darwin sull’universalità delle emozioni, creò un vero e proprio atlante della mimica facciale. Il FACS, Facial Action Coding System, ci permette di comprendere quali sono i muscoli facciali che entrano in gioco nella mimica del volto, quali sono le singole unità di azione da prendere in considerazione quando codifichiamo la mimica del volto e di capire quali combinazioni di azioni muscolari contibuiscono a creare la mimica di ognuna delle sette emozioni primarie: rabbia, felicità, sorpresa, paura, tristezza, disgusto e disprezzo.

Conoscere e studiare il Facial Action Coding System non basta però per essere in grado di riconoscere le microespressioni del volto. Essendo queste rapidissime, è necessario un certo allenamento per poterle cogliere in maniera istantanea nel momento in cui compaiono sul volto del nostro interlocutore.

Vuoi saperne di più? Visita il sito www.formazionepersonale.it e richiedi maggiori informazioni sul seminario di Microespressioni facciali.

Vuoi allenarti a riconoscere la mimica facciale? Guarda i video dedicati nel canale YouTube Microespressioni!

Leave a Reply