La felicità è l’emozione da noi più ricercata. Tra le sette emozioni primarie viene catalogata come emozione positiva. Proviamo felicità quandofelicità il dolore finisce, proviamo felicità quando la nostra autostima viene gratificata, se riceviamo dei complimenti o quando ci accade qualcosa di bello o piacevole, proviamo felicità quando leggiamo o ascoltiamo qualcosa di divertente. Nella nostra società il sorriso rappresenta l’emblema della felicità, ma per quanto riguarda la mimica facciale di questa emozione i segnali per capire se una persona è realmente felice, vanno individuati anche nella parte alta del volto. Infatti il sorriso, è spesso utilizzato per mascherare altre emozioni che non sono positive, come la rabbia o la tristezza, sarà capitato tantissime volte ad ognuno di noi di cercare di mascherare un sentimento negativo sforzandoci di sorridere.

Tornando alla mimica facciale della felicità, questa può essere riconosciuta anche in assenza del sorriso. Nell’espressione facciale della felicità le aree che si attivano quando l’emozione viene provata sono quella intermedia degli occhi e la parte bassa del volto, quindi la bocca. Gli angoli della bocca sono tirati indietro e leggermente sollevati, le labbra possono essere chiuse o aperte esprimendo un sorriso. Quando gli angoli della bocca si tirano e si sollevano si formano due rughe che partono dal naso e scendono verso la bocca. Questa espressione è tipica della felicità, se il sorriso è più accentuato queste rughe si accentuano. Anche la pelle sotto le palpebre viene interessata dallo stiramento della bocca e si formano delle rughe nella palpebra inferiore e a lato degli occhi compaiono le tipiche zampe di gallina.

Analizziamo l’espressione della felicità con l’aiuto di un video estratto dal canale YouTube Microespressioni:

 

Al secondo “23 possiamo notare un’espressione di felicità sentita. La bocca sorridente crea le due rughe che vanno dai lati del naso fino agli angoli della bocca, le guance sono sollevate, le palpebre inferiori mostrano alcune rughe, e ai lati degli occhi possiamo notare le zampe di gallina.

Vuoi saperne di più sulle emozioni e su come queste si manifestano sul volto? Visita il sito www.formazionepersonale.it e richiedi maggiori informazioni sul seminario di Microespressioni facciali.

Leave a Reply