Nei post precedenti abbiamo parlato della menzogna, di quali sono i modi di mentire, di come mentire sui sentimenti e dei sentimenti sulla menzogna. Abbiamo visto diversi modi di smascherare un bugiardo osservandone la mimica facciale, le espressioni del volto e il linguaggio del corpo. Oggi parleremo di come smascherare le bugie ascoltando la voce del nostro interlocutore. Anche se con le parole possiamo mentire il tono della voce, le pause che facciamo, un colpo di tosse ci più tradire. Ma quali sono i fattori determinanti della voce che possono farci dubitare di qualcuno? La voce compone il 38% della comunicazione e costituisce il linguaggio paraverbale, attraverso la voce siamo in grado di sottolineare e rafforzare concetti ma anche attraverso le pause ci permettono di comunicare messaggi importanti ai nostri interlocutori.

La voce, insieme al linguaggio del corpo e del volto, è uno dei fattori da osservare e monitorare quando si tenta di scoprire un bugiardo. Il primo elemento è il tono squillante che possiamo sentire verso la fine della frase. Quando ci capita di sentire nel nostro interlocutore un tono squillante è possibile che stia mentendo o che stia cercando di nascondere qualcosa. Ciò però può accadere anche al contrario ossia quando il tono di voce va ad abbassarsi verso il finale, come se non si credesse a ciò che si sta dicendo. Il vero indizio nello smascheramento della menzogna sta quindi nell’incongruenza nell’utilizzo della voce, cioè nella disparità tra il tono normalmente utilizzato e il tono utilizzato alla fine del discorso. Questo fattore è spesso sinonimo di menzogna o, quantomeno, sta a significare che c’è qualcosa di

contraddittorio. Altri elementi vocali per smascherare la menzogna sono le pause, se troppo lunghe forse la persona sta prendendo tempo per inventare la sua bugia, lo stesso vale per la ripetizione delle domande. Anche l’accelerazione delle parole può essere indice di menzogna e un chiaro segnale di tensione. Chi parla troppo velocemente rispetto al normale, forse non vede l’ora di terminare la conversazione.

Vuoi saperne di più sulle menzogna e sulla mimica facciale? Visita il sito www.formazionepersonale.it e richiedi maggiori informazioni sul seminario di Microespressioni facciali.

Leave a Reply