Archive for January, 2013

Nella comunicazione non verbale, la mimica del volto e le microespressioni facciali rivestono un ruolo fondamentale. Uno dei postulati della Pnl, programmazione neurolinguistica, ci dice che “non si può non comunicare”, vale a dire che in ogni istante della nostra vita diciamo qualcosa. Se non lo facciamo con le parole sicuramente comunichiamo con il nostro corpo e attraverso la mimica del volto e le microespressioni facciali. Mentre le parole sono facilmente controllabili, il linguaggio del corpo e del volto partono dal nostro inconscio e quindi sono praticamente impossibili da controllare. La comunicazione non verbale e la mimica facciale, oltre a trasmettere le nostre sensazioni ed emozioni, fungono da supporto alla comunicazione verbale. Read the rest of this entry »

La paura è un’emozione intensa che deriva dalla percezione di un pericolo, reale o supposto, che rischia di mettere a repentaglio la nostra mimica_pauraincolumità, fisica o psicologica. La paura è una delle emozioni primarie, è dominata dall’istinto. Il nostro corpo reagisce a livello fisiologico alla sensazione di paura, che può diventare rabbia quando si tende a difendere ciò che viene messo in pericolo. Talvolta però, la paura causa fenomeni permanenti come ad esempio, sindromi ansiose, che sono scatenate dalla paura, non per un pericolo reale, ma dal timore che possa verificarsi situazioni pericolose.

Come il nostro corpo esprime la paura? Ekman nei suoi studi sulle microespressioni facciali, individua la mimica della paura nella combinazione dei movimenti muscolari di tre aree del volto: sopracciglia, occhi e bocca. Read the rest of this entry »

Leggere le emozioni sul viso delle persone si può. Le classificazioni effettuate da Paul Ekman nel corso degli studi sulla mimica facciale espressioni_voltohanno portato ad affermare che la contrazione involontaria dei 49 muscoli facciali e del collo, creano delle ben precise mimiche che sono in alcuni casi espressione di alcune emozioni. Dalla combinazione delle contrazioni muscolari del volto si creano sette espressioni fondamentali che rappresentano: la rabbia, la felicità, la sorpresa, la paura, la tristezza, il disgusto e il disprezzo. Ognuna delle sette mimiche primarie inoltre può presentare delle variazioni dovute alla differenza di intensità o alla parzialità della mimica, alla mescolanza tra le mimiche di due diverse emozioni e agli emblemi che non esprimono una vera e propria emozione ma segnali ben precisi che accompagnano o completano il discorso. Read the rest of this entry »

Come possiamo interpretare la mimica non verbale e il linguaggio del corpo? In che modo le espressioni e i gesti possono tradire le nostremimica parole? Come possiamo essere in grado di comprendere il reale stato d’animo dei nostri interlocutori?

Ognuno di noi nel relazionarsi con gli altri, ha la tendenza a mostrare consapevolmente alcuni aspetti e a tenerne altrettanto consapevolmente nascosti degli altri. Ciò di cui spesso non ci rendiamo conto è che alcuni degli aspetti, in particolare le emozioni e gli stati d’animo, che tentiamo di nascondere, trapelano attraverso i gesti, i comportamenti e la mimica facciale, e che i nostri interlocutori recepiscono, talvolta in maniera inconscia questi messaggi. Read the rest of this entry »

A breve un nuovo corso sulle tecniche di apprendimento efficace. Dall’8 al 10 febbraio si terrà il primo corso del 2013 interamente dedicato alla memoria e all’apprendimento. Il seminario sulla memorizzazione e sulle tecniche di apprendimento efficace ha come obiettivo quello di insegnare a tutti i partecipanti ad appendere una serie di strategie utili per poter memorizzare informazioni di ogni tipo e applicabili sia nell’ambito scolastico sia nell’ambito lavorativo.

Le tecniche di memorizzazione si basano principalmente sull’uso delle immagini e quindi della memoria visiva. E’ stato dimostrato da numerosi studi fatti sul funzionamento della nostra mente e della nostra memoria,  che l’80%  circa dei nostri ricordi è di tipo visivo. Read the rest of this entry »

La capitale apre le porte alla mimica facciale con un nuovo workshop sulle microespressoni facciali a Roma. Il mese de gennaio quindi microespressionisi chiude così con due ore di aula interamente dedicate alle emozioni e alle loro espressioni sul volto. In collaborazione con “IIMA – International, l’Istituto Internazionale di Mediazione ed Arbitrato”, in vista del prossimo corso di Microespressioni facciali, la possibilità per gli interessati e per i curiosi di conoscere il mondo della mimica facciale. L’appuntamento con il workshop: “La verità sul nostro volto” è fissato per giovedì 31 gennaio 2013 dalle 18.00 alle 20.00 proprio presso la sede IIMA, di via Tagliamento 18 a Roma. Read the rest of this entry »