La menzogna, come è possibile smascherare un bugiardo attraverso i segnali del corpo?  Osservare i segnali del corpo ci può aiutare a svelare menzognale menzogne, perché a differenza delle parole il corpo non mente mai. Eh si, con la nostra mente possiamo dire ciò che vogliamo che sia vero o falso ma il nostro corpo non ci permette di mentire, in quanto i segnali del nostro corpo avvengono in maniera inconscia e sono spesso incontrollabili. La menzogna non è legata solamente alle azioni che compiamo ma è molto più profondamente connessa ai sentimenti che si provano quando si mente. Nello studio sulle emozioni e sulle microespressioni facciali, esistono alcune emozioni principali che prova il bugiardo nell’atto stesso del mentire, che sono: la paura di essere scoperti, il piacere della beffa e la vergogna.

Solitamente, quando tentiamo di mascherare un qualsiasi sentimento, in particolare uno negativo, ci stampiamo un bel sorriso sulla faccia. Il sorriso è l’emblema del benessere e della tranquillità, mentre la rabbia, la tristezza e il disprezzo e altri sentimenti negativi, ci portano spesso a tentare di nasconderli. Ma studiando la mimica facciale possiamo renderci conto se sul volto del nostro interlocutore c’è un sorriso vero o un sorriso falso. Gli studi fatti da Paul Ekman sulle microespressioni facciali, ci permettono di comprendere quando un sorriso è vero o falso. Un tratto particolarmente distintivo del sorriso lo possiamo individuare nella zona oculare. La mimica facciale di un sorriso vero mostra ai lati esterni degli occhi delle rughe orizzontali, le cosiddette zampe di gallina. Possiamo riconoscere un sorriso falso quindi, quando non compaiono le rughe ai lati degli occhi.

Dal linguaggio del corpo possiamo individuare altri segnali che indicano la menzogna, come ad esempio, un’asimmetria nell’espressione che compare sul viso. Anche alcune variazioni della voce e del modo di parlare possono accompagnare la menzogna, un tono acuto e stridulo, l’accelerazione delle parole, le pause troppo brevi, sono indice di menzogna. Anche gesti e manipolazioni possono essere un indice di menzogna. Chi mente solitamente tende a gesticolare molto meno per mantenere maggiormente il controllo.

Vuoi saperne di più sulla menzogna e sulla mimica facciale? Visita il sito www.formazionepersonale.it e richiedi maggiori informazioni sul seminario di Microespressioni facciali.

Leave a Reply