Ormai è sempre più noto a tutti che la comunicazione non avviene sono attraverso la lingua parlata o scritta, ma anche e soprattutto attraverso i comunicazione_non_verbalegesti e i movimenti del corpo. Questo tipo di comunicazione avviene per lo più in maniera inconscia e inconsapevole, ma i corsi di Pnl, programmazione neurolinguistica, e tutte gli studi sulla comunicazione non verbale possono insegnarci a comprendere i significati dei gesti del corpo e quanto necessari utilizzarli  al meglio per comunicare in maniera efficace e abbattere le barriere comunicative. La comunicazione non verbale si attua attraverso i gesti, attraverso la prossemica (ossia il modo che abbiamo di porci e gestire il nostro spazio personale), attraverso la comunicazione paraverbale (ossia il modo in cui diciamo le cose, tono e volume della voce, velocità delle parole) e attraverso la mimica facciale che in particolare permette di comprendere quali sono le emozioni realmente provate dal nostro interlocutore osservandone i movimenti dei muscoli del volto.

Gli studi sulla comunicazione non verbale non sono materia del nostro secolo ma hanno origini ben più lontane, infatti già Darwin si rese conto dello stretto legame tra emozioni e mimica del volto e sulla universalità delle espressioni facciali. Negli anni gli studi sulla comunicazione non verbale si sono evolute e ci hanno portato alla Programmazione neurolinguistica, la neuroscienze che studia proprio il rapporto che esiste tra la nostra mente e il nostro corpo e ci permette di riuscire a comprendere meglio ciò che il nostro interlocutore vuole comunicarci, non solo con le parole ma anche con i gesti del corpo.

Tornando alla comunicazione non verbale, essa si compone di moltissime regole e strategie per poter essere utilizzata al meglio. Quindi lo scopo di conoscere il linguaggio del corpo non è solo quello fine a se stesso di comprendere i messaggi che inconsapevolmente ci arrivano dall’esterno, ma è anche e soprattutto quello di sfruttare il linguaggio del corpo per creare un contatto più profondo con gli altri, per costruire rapporti di fiducia, per sapere quando il nostro interlocutore non si sente a proprio agio e essere in grado di metterlo in quella condizione.

Vuoi saperne di più? Visita il sito www.formazionepersonale.it e richiedi maggiori informazioni sul seminario di Comunicazione Avanzata e Pnl.

Leave a Reply