Mascherare le emozioni non sempre è facile e un occhio esperto ed allenato può facilmente scoprire quando si tenta di nascondere mimiche_mascherateun’emozione. Oggi analizzeremo le mimiche mascherate di due delle sette emozioni primarie: parleremo di rabbia mascherata e di tristezza mascherata. Delle origini di queste due emozioni ne abbiamo parlato già in precedenza. Oggi analizzeremo le mimiche facciali sul volto di un personaggio vissute a pochi minuti l’una dall’altra.

Iniziamo parlando della rabbia. La mimica della rabbia, quando compare è attiva su tutte e tre le aree del volto contemporaneamente. Tipicamente si esprime attraverso il volto con: sopracciglia abbassate e ravvicinate, le palpebre sono tese quella superiore è abbassata mentre quelle inferiore può alzarsi, le labbra possono essere serrate o la bocca può essere aperta. Quando allora la mimica della rabbia è mascherata? Possiamo riconoscere una mimica mascherata se si crea tensione solo nella parte alta del volto ossia nelle palpebre. Inoltre possiamo notare un’espressioni di rabbia mascherata o soprattutto trattenuta quando l’unica parte attiva sono le sopracciglia oppure se la bocca è serrata e la altre aree del volto sono neutre.

Passiamo ora alla tristezza mascherata. Parlando della tristezza nei post precedenti abbiamo visto che i segnali distintivi della tristezza sul volto compaiono sulle tre aree del viso. Le sopracciglia sono sollevate sugli angoli interni, si forma un triangolo tra le sopracciglia e la palpebra superiore sempre nell’angolo interno e gli angoli della bocca sono piegati verso il basso. Quando la tristezza è mascherata? Possiamo notare l’espressione della tristezza mascherata soprattutto nella parte alta del volto se questa è attiva da sola, quindi con la bocca neutra.

Analizziamo il video estratto dal canale YouTube Microespressioni

Al secondo “48 possiamo notare una mimica di rabbia mascherata, infatti è attiva la zona delle sopracciglia che sono abbassate e ravvicinate mentre le altre parti sono neutre. Al minuto 1,14 invece la mimica è quella della tristezza mascherata, che può assomigliare molto a quella della rabbia ma le sopracciglia sono sempre riavvicinate ma l’interno è sollevato.

Vuoi saperne di più sulle microespressioni e sulla mimica facciale? Visita il sito www.formazionepersonale.it e richiedi maggiori informazioni sul seminario di Microespressioni Facciali!

Leave a Reply