Affrontiamo oggi l’ultimo capitolo sui metaprogrammi. Oggi parleremo dei metaprogrammi a selezione temporale. Questi filtri metaprogrammi_selezione_temporaleidentificano il tipo di approccio che ognuno di noi ha con il parametro temporale e che ci danno informazioni utili in merito alle capacità di pianificazione di un individuo. Questi tipi di metaprogrammi tendenzialmente vengono utilizzati sempre e comunque, ma in alcuni casi possono variare a seconda del contesto nel quale ci troviamo.  La Pnl divide i metaprogrammi a selezione temporale in due macrocategorie: i metaprogrammi tempo preferenziale e i metaprogrammi gestione del futuro. Analizziamole entrambe.

I metapreogrammi tempo preferenziale indicano a quale periodo temporale ogni individuo preferisce prestare attenzione, quindi le percezioni e le azioni individuali (e contestuali) saranno tendenzialmente riferite a tre tempi.

Passato: è tipico di chi fa costanti riferimenti alle esperienze passate e filtra la vita quotidiana in base ad esse. Usa solitamente un verbale con tempi prevalentemente coniugati al passato. Normalmente gli individui con questo meta programma sono dei buoni controllori.

Presente: chi utilizza questo meta programma tende a dare importanza a ciò che accade nel presente. Ogni riferimento al passato oppure al futuro è assolutamente insignificante; è per questo che solitamente utilizza un verbale con tempi coniugati al presente. Di norma, in questi casi, ci troviamo di fronte ad un efficiente esecutore.

Futuro: è tipico di chi analizza le sue esperienze ed i suoi progetti focalizzando la propria attenzione sul futuro, sul domani. E’ per questo che abitualmente egli utilizza un verbale con tempi coniugati al futuro. Di solito, in questi casi, ci troviamo di fronte ad un eccellente pianificatore.

E’ importante sottolineare che solitamente utilizziamo uno o due di questi metaprogrammi e attraverso questi filtriamo la nostra vita e le nostre esperienze.

Le seconda categoria alla quale ci riferiamo è quella dei metaprogrammi percezione del tempo, essi identificano in che modo gestiamo il futuro. Anche in questo caso esistono due categorie.

Urbano: si riferisce a che solitamente tende a realizzare immediatamente ciò che decide di fare.

Rurale: fa riferimento a che tende a pianificare e verificare le informazioni prima di agire.

Vuoi saperne di più su questo argomento e capire come fare a rendere più efficace la tua comunicazione? Visita il sito www.formazionepersonale.it e richiedi maggiori informazioni sul seminario in Comunicazione Avanzata e Pnl.

Leave a Reply