Nel post di oggi vedremo alcune indicazione per prepararsi a superare il test d’ingresso in Medicina. A partire dal 1999 l’accesso ai corsi test_ingresso_medicinadi laurea in Medicina e Chirurgia è regolamentato dal superamento di un esame di ammissione, che di anno in anno si rivela sempre più complesso e richiede, da parte delle aspiranti matricole, una conoscenza sempre più approfondita delle materie oggetto del test. Data la grande mole di argomenti da conoscere, visto che il test d’ingresso in Medicina richiede una certa competitività, non solo in rapporto alla difficoltà ma anche relativamente all’enorme numero di candidati che vogliono accedere al corso di laurea rispetto al numero di posti che sono messi a disposizione dai vari atenei, è necessario essere ben preparati e iniziare a farlo con un certo anticipo.

Il programma di esame viene pubblicato ufficialmente sul sito del ministero solo pochi mesi prima del test di ammissione, solitamente nel mese di maggio, e coincide con la pubblicazione del bando dove sono indicati modalità e termini di iscrizione. Ma per iniziare a studiare con largo anticipo, anche di un anno è possibile consultare il programma di esame dell’anno precedente per avere un’idea di cosa bisogna sapere. E’ utile recuperare tutto il materiale utile sulle materie oggetto del test. Dovremo avere quindi a disposizione testi il più possibile completi di biologia, chimica, fisica e matematica. Queste sono le quattro materie scientifiche che ad oggi rappresentano metà del test. Infatti la composizione del test d’ingresso prevede 18 domande di biologia, 11 di chimica e 11 suddivise tra fisica e matematica. Le altre 40 domande riguardano argomenti di logica e di cultura generale. Per quanto riguarda la cultura generale, è necessario essere preparati principalmente in storia, geografia e letteratura, leggere i quotidiani e guardare il telegiornale sicuramente ci permette di avere maggiori conoscenze sui temi di attualità. E infine c’è la logica. Per essere in grado di risolvere i quesiti di ragionamento logico bisogna fare esercizio e imparare alcuni meccanismi che si ritrovano sempre nei quesiti. Infine bisogna allenarsi sulla velocità di risoluzione dei quesiti, perché per rispondere alle 80 domande si hanno al massimo due ore di tempo, quindi testarsi sulla velocità è di fondamentale importanza per non avere sorprese all’esame.

Vuoi saperne di più o prepararti al test d’ingresso di Medicina per il 2013? Visita il sito www.formazionepersonale.it e richiedi maggiori informazioni sul corso di preparazione al test d’ingresso!

Guarda il video degli allievi della Scuola Empedocle che hanno superato il test d’ingresso nel 2012!

Leave a Reply