Parliamo ancora di linguaggio del corpo e di menzogna. Esistono diversi elementi per riconoscere la menzogna, non solo osservando la mimica del volto ma anche osservando con attenzione il linguaggio del corpo. Anche se siamo in grado di non dire la verità con le parole, anche se con il linguaggio verbale possiamo essere in grado di dire cose non vere, il nostro corpo non ci permette di fare questo. La mimica del volto e i gesti del corpo, avvengono in maniera inconscia, quindi sono sempre veritieri e reali. Il nostro volto e il nostro corpo non mentono mai. Uno degli elementi per capire se il nostro interlocutore mente o dice la verità è osservare se c’è coerenza o incoerenza tra il verbale e il non verbale.

Vediamo un esempio attraverso il vide estratto dal canale YouTube Microespressioni.

Dal secondo “13, e poi a rallentatore dal secondo “44, possiamo notare una chiarissima incoerenza tra il parlato e il non verbale. Il personaggio del video, negando più volte con le parole ad un’accusa che gli viene rivolta, muove ripetutamente il capo facendo un cenno di assenso. E’ chiaro quindi in questo caso che sta spudoratamente mentendo. Le parole non sono assolutamente allineate, congruenti con i gesti del corpo, in questo caso con la testa. Inoltre possiamo notare spesso lo sguardo basso come se provasse vergogna o tentasse di nascondere la verità.

Insieme all’incoerenza tra verbale e non verbale, esistono tanti altri elementi che ci permettono di capire quando una persona sta mentendo. Ad esempio, tutti i movimenti asimmetrici sono indice di menzogna. Quante volte ci sarà capitato di vedere una persona che solleva una sola spalla per una frazione di secondo? Oppure i movimenti asimmetrici del volto, cioè quando un’espressione si verifica solo su un lato del viso. Anche grattamenti e scarichi tensionali possono indicare menzogna, come ad esempio toccarsi le orecchie o il mento.

Vuoi saperne di più? Visita il sito www.formazionepersonale.it e richiedi maggiori informazioni sul seminario di Microespressioni facciali.

Leave a Reply