Archive for October, 2012

La comunicazione non verbale e la mimica facciale svolgono importanti funzioni nel nostro comportamento sociale e quindi nelle nostre mimca_faccialecomunicazioni e relazioni. L’informazione che forniamo con le parole viene a volte contraddetta o smentita dai messaggi non verbali che la accompagnano e quando la comunicazione verbale non è possibile, le informazioni vengono trasmesse attraverso segnali non verbali.
Quando ad esempio conosciamo una persone nuove e vogliamo farci un’idea del tipo di persona che abbiamo davanti, non solo diamo ascolto alle sue parole ma facciamo riferimento ai segnali non verbali che ci invia. E’ naturale quindi osservare una persona e osservarne i gesti, i movimenti e le espressioni del volto, il tutto in maniera inconsapevole. Read the rest of this entry »

Come si può interpretare il linguaggio del corpo? Perché i gesti hanno un peso maggiore rispetto alle parole nelle nostre comunicazioni? Possiamo migliorare le nostre relazioni attraverso l’interpretazione e l’utilizzo del linguaggio non verbale?

Prima di analizzare alcuni aspetti tipici del linguaggio del corpo e di vederne le modalità di interpretazione è necessario fare una premessa importante. Il linguaggio non verbale insieme a quello paraverbale pesano sul 90% delle nostre comunicazioni. Ciò vale a dire che, indipendentemente da ciò che diciamo, (ovviamente dobbiamo fare attenzione alle nostre parole che sono comunque importanti), se le nostre parole non sono allineate con ciò che comunichiamo con il nostro corpo,  i nostri messaggi arriveranno ai nostri interlocutori in maniera distorta, non saremo convincenti e probabilmente non ispireremo molta fiducia. Read the rest of this entry »

Inizia la preparazione per il test d’ingresso 2013. Molti sono gli studenti che hanno già iniziato a mettere le basi per l’esame di test_ingresso_2013ammissione del prossimo anno. Molti sono gli studenti sempre più consapevoli delle specificità contenute nel test che dovranno affrontare a settembre 2013. Infatti ogni anno pare che il test sia sempre più complesso a causa di numerosi fattori. Prima di tutto abbiamo il fattore competitività. Ogni anno aumentano le università con accesso a numero programmato, i corsi liberi sono sempre meno e per alcune facoltà come quelle dell’area sanitaria l’accesso è complicato dalla grande richiesta di canditati, troppo elevata rispetto al numero di posti messi a disposizione dagli atenei. Read the rest of this entry »

Attraverso l’osservazione dei segnali non verbali del corpo e del volto possiamo essere in grado di scoprire la menzogna. Il nostro corpo, i scoprire_menzognagesti, il nostro viso, trasmettono un’infinità di informazioni quando comunichiamo, e spesso possono non essere allineati con le nostre parole, in particolare quando stiamo dicendo una bugia o tentando di nascondere le nostre reali emozioni.

Gli studi di Paul Ekman sulle microespressioni facciali, ci insegnano come fare a riconoscere la menzogna sul volto del nostro interlocutore se sta mentendo. Ma insieme alla mimica facciale, esistono altre segnali del corpo e fisiologici che possono indicarci che le persona con la quale parliamo non è completamente sincera con noi e sta provando tensione e forte disagio. Read the rest of this entry »

Continuiamo il nostro approfondimento sul test d’ingresso e come fare ad affrontarlo. Nei post precedenti abbiamo visto come test_ingressoprepararsi a superare il test d’ingresso in medicina. Abbiamo visto quali sono le materie da preparare. a partire dalle conoscenze delle materie scientifiche, fino alla cultura generale e alla logica. Oggi ci occuperemo di come affrontare al meglio il test di ammissione. In generale i test d’ingresso sono composti di un totale di 80 quesiti a risposta multipla, ognuna della quali consente cinque possibilità di risposta.

Le domande dei test d’ingresso per accedere ai corsi di laurea a numero programmato, si dividono in due aree: attitudinale, nozionistica e di profitto. I test attitudinali devono rivelare la capacità di svolgere una specifica attività, ne fanno parte i quesiti riguardanti la logica e la cultura generale. Read the rest of this entry »

Dopo il successo della prima edizione ecco i nuovi workshop di Microespressioni facciali a Milano! Due saranno le date in questo fine 2012 in preparazione alla data del seminario di gennaio, il secondo corso nel capoluogo lombardo.

Ecco le nuove date:

Martedì 27 novembre e Mercoledì 12 dicembre 2012, dalle ore 20,30 alle ore 22,30.

Due ore di aula dedicate interamente alla mimica facciale, presso la sede di Via Kramer, 17-19 a Milano. Read the rest of this entry »