La rabbia, è una delle emozioni più pericolose. Quando siamo arrabbiati corriamo il rischio di fare del male, anche fisico a qualcuno. I motivi controllare_rabbiache scatenano il sentimento di rabbia possono essere molteplici. Possiamo arrabbiarci quando ci sentiamo frustrati o quando percepiamo che qualcuno o qualcosa ci ostacola dal raggiungimento dei nostri obiettivi. La rabbia è solitamente un sentimento visto come negativo, quindi spesso, invece di mostrarla e sfogarla, tendiamo a controllare la rabbia per non essere mal giudicati dalle persone che abbiamo intorno a noi.

La mimica della rabbia si manifesta su tutte e tre le zone del viso. Nella rabbia le sopracciglia sono abbassate e ravvicinate e tra queste compaiono rughe verticali. La palpebra inferiore è tesa ma non per forza sollevata mentre quella superiore è tesa e spesso abbassata per via dell’azione delle sopracciglia. La le labbra posso assumere 2 conformazioni di base: fortemente serrate con gli angoli dritti oppure leggermente abbassati; aperte e tese, fortemente squadrate. Lo sguardo solitamente è fisso e gli occhi possono apparire sporgenti. Le narici possono essere dilatate ma questo non è un segno di distinzione della rabbia, può apparire infatti, anche nella tristezza.

Guarda il video estratto dal canale YouTube Microespressioni

 

 

Al secondo “12 osservando il personaggio del video possiamo notare che sta cercando di controllare la rabbia. Infatti la parte superiore è tipica dell’espressione della rabbia, mentre la bocca serrata indica che sta cercando di trattenersi, e quindi di controllare l’emozione. La rabbia può variare di intensità in base a quanto sono accentuati i segnali del volto:  quanto sono tese le palpebre, quanto sono sporgenti gli occhi, quanto sono serrate le labbra. La rabbia può mescolarsi con le altre emozioni. Quando si mischia con una o più altre emozioni, il significato può risultare ambiguo. Una mescolanza frequente è quella tra il disprezzo e la rabbia

Vuoi saperne di più sulla mimica facciale e su come riconoscere le espressioni sul volto? Visita il sito www.formazionepersonale.it e richiedi maggiori informazioni sul seminario di Microespressioni facciali.

 

Leave a Reply