Il corpo non mente mai! Ecco come smascherare i bugiardi. Paul Ekman, nei suoi studi sulla mimica facciale e sull’espressione delle menzognaemozioni individua diversi modi di mentire. Simulazione e falsificazione sono i principali. Chi mente, chi tenta di nascondere le proprie emozioni tende a fare determinati movimenti mimici che possono essere facilmente riconosciuti da un occhio esperto. Per capire se una persona ci mente dobbiamo fare caso a tre segnali importanti che sono i tempi di espressione, la collocazione nel discorso e l’asimmetria.

Le microespressioni facciali sono molto brevi, durano meno di un secondo, se il nostro interlocutore fa una determinate espressione che dura per un tempo lungo, probabilmente quella espressione è falsa. Anche la collocazione nel discorso è importante, se l’espressione del volto non è coerente con le parole pronunciate allora la persona che abbiamo di fronte sta cercando di nascondere cosa prova realmente. Infine l’asimmetria. Quando una persona mente, l’espressione facciale tende ad essere più accentuata solo su un lato del volto.

Guarda il video estratto dal canale YouTube Microespressioni

Cosa noti? Dall’analisi del video, in particolare al secondo”25 e poi a rallentatore al secondo “45 possiamo notare un segnale di incoerenza nel linguaggio del corpo. Come per la mimica facciale anche osservando la gestualità possiamo osservare se una persona ci mente. Nel video possiamo notare una scrollata asimmetrica della spalla sinistra, ovvero il movimento di una sola spalla verso l’alto. La scrollata asimmetrica delle spalle è un chiaro segnale di incoerenza tra la sensazione provata, quella che si vuole mostrare, il parlato e il linguaggio del corpo. Esistono poi altri segnali del corpo che ci possono indicare la menzogna come le braccia incrociate. Nel volto invece possiamo notare labbra contratte o il movimento asimmetrico delle sopracciglia.

Vuoi saperne di più? Visita il sito www.formazionepersonale.it e richiedi maggiori informazioni sul seminario di Microespressioni Facciali

Leave a Reply