Parliamo ancora della mimica della paura e in particolare di come mascherare la paura. In un post precedente abbiamo parlato delle paura_mascheratamicroespressioni facciali e della mimica della paura, analizzandone alcune caratteristiche particolari.

Nella mimica facciale della paura sono attive le tre aree del volto. Le sopracciglia appaiono sollevate, dritte e ravvicinate. Gli angoli interni sono quindi più vicini mentre quelli esterni meno incurvati. Il sollevamento delle sopracciglia forma delle piccole rughe orizzontali sulla fronte. Gli occhi della paura sono solitamente spalancati, e la palpebra superiore si solleva fino a scoprire la parte bianca dell’occhio. La palpebra inferiore rimane tesa. La bocca nella espressione della paura è aperta e le labbra sono tese e tirate all’indietro.

Guarda il video estratto dal canale YouTube Microespressioni

Al secondo “12 e poi ripetuto al secondo “39 possiamo notare un’espressione di paura mascherata. Perché paura mascherata? Il personaggio del video cerca di nascondere con un sorriso la sua paura. Possiamo infatti notare la mimica delle paura nella parte superiore del viso, mentre nella parte inferiore possiamo vedere un sorriso sforzato. Inoltre la tensione sul volto è facilmente individuabile.

Come abbiamo già detto la paura può mescolarsi con tutte le altre emozioni, rabbia, disprezzo, disgusto, felicità, tristezza e sorpresa. Ma la miscela più frequente è quella con la sorpresa, in quanto la paura di solito arriva in maniera inaspettata. Nella mescolanza tra paura e sorpresa saremo in grado di notare che comunque la paura è l’espressione dominante. Se la parte superiore del volto esprime paura e la bocca esprime sorpresa avremo una espressione di paura incredula. Quando invece la parte superiore del viso mostra sorpresa mentre gli occhi e la bocca paura avremo una sorpresa impaurita.

Vuoi saperne di più? Visita il sito www.formazionepersonale.it e richiedi maggiori informazioni sul seminario in Microespressioni Facciali.

Leave a Reply