Ritorniamo a parlare della mimica del volto e di come attraverso i movimenti mimici possiamo individuare le emozioni sul volto del nostro interlocutore. Oggi vedremo in che modo si esprime il disgusto attraverso la mimica facciale. Il disgusto è un’emozione quando ci troviamo davanti ad un cibo, un odore, una persona o un pensiero che riteniamo repellente. Il disgusto è quindi un’emozione che indica un sentimento di repulsione.

Per quanto riguarda la mimica, i segnali più importanti dell’espressione del disgusto si verificano nella bocca e nel naso, meno nelle palpebre e nelle sopracciglia. Il labbro superiore appare sollevato, quello inferiore può essere sollevato oppure normale; il naso è arricciato, le palpebre inferiori sollevate e le sopracciglia abbassate.

Nella parte inferiore del volto il disgusto si presenta con il labbro inferiore a volte sollevato, il naso arricciato lungo i lati e nella parte superiore, insieme al movimento del labbro superiore. Quanto più l’emozione di disgusto è intensa, tanto più è arricciato il naso. Il labbro inferiore è leggermente spinto in avanti. Le guance sono sollevate, il loro sollevamento provoca un cambiamento nella palpebra inferiore, l’occhio quindi si restringe creando numerose pieghe nella parte sottostante.

Di seguito riportiamo un video estratto dal canale YouTube Microespressioni

Nel video al secondo “45 possiamo chiaramente notare l’espressione del disgusto. Il labbro superiore è sollevato, quello inferiore è protuso in avanti. Il naso è arricciato come nella tipica espressione disgustata. Le guance sono sollevate e gli occhi appaiono socchiusi. Le sopracciglia sono abbassate.

Il disgusto, come le altre espressioni, può mescolarsi alla sorpresa quando ad esempio si è disgustati da qualcosa di inatteso e la sorpresa non è ancora stata completamente cancellata. Il disgusto può mescolarsi anche alla paura, si può infatti aver timore di qualcosa di disgustoso. Oppure possiamo trovarci di fronte ad una mescolanza tra rabbia e disgusto.

Il disgusto può variare di intensità. Se si tratta di un disgusto lieve, il naso sarà meno arricciato e il labbro superiore meno sollevato; nel caso di disgusto estremo il naso sarà il più arricciato possibile e il labbro superiore più sollevato.

Se vuoi saperne di più su questo argomento visita il sito www.formazionepersonale.it e richiedi maggiori informazioni sul seminario in Microespressioni facciali.

Leave a Reply