Come già sappiamo il volto è la parte più espressiva del nostro corpo. Nel volto si concentrano la maggior parte delle informazioni sensoriali. Gli segnali_faccialistudi di Ekman e Friesen , oltre a farci comprende come decodificare le espressioni con il FACS, ci indicano in sistema di segnali facciali, utili per riuscire a comprendere in che modo le emozioni compaiono sul volto. Esistono quattro classi di segnali facciali:

- segnali facciali statici che rappresentano tratti permanenti del volto come la struttura ossea e le masse di tessuto sottostante che contribuiscono a creare l’apparenza di una persona.

- segnali facciali lenti che sono costituiti dai cambi, determinati dal tempo, nell’apparenza del volto di un individuo, come la comparsa di rughe e i cambi nella grana della pelle.

- segnali artificiali rappresentati da tratti della faccia determinati esternamente come occhiali e cosmetici;

- segnali facciali rapidi che rappresentano cambiamenti nell’attività neuromuscolare che possono  portare visibili cambi nell’apparenza facciale. Diverse combinazioni di questi segnali possono produrre diciotto differenti messaggi.

Le quattro classi di segnali contribuiscono al riconoscimento facciale.  Ed è proprio sulla classe di segnali facciali rapidi che si concentra il FACS.  I segnali facciali rapidi tirano la pelle, distorcono temporaneamente la forma degli occhi, delle sopracciglia, delle labbra e la sembianza delle pieghe, le rughe e i rigonfiamenti facciali in differenti parti della pelle. Tali cambiamenti sono molto brevi, e vengono definiti attraverso le Unità di Azione.

I segnali facciali rapidi possono veicolare diversi tipi di messaggi quali: le emozioni, gli emblemi, i manipolatori, gli illustratori, i regolatori. Inoltre i segnali facciali posso esprimere: azioni riflesse, azioni impulsive, azioni volontarie.

Ad un corso di Microespressioni facciali è possibile apprendere in che modo il volto esprime le emozioni attraverso i segnali facciali rapidi e le combinazioni di Unità di Azione.

Se vuoi saperne di più su questo argomento visita il sito www.formazionepersonale.it e richiedi maggiori informazioni sul seminario in Microespressioni facciali.

Accedi al canale YouTube Microespressioni e guarda i video dedicati!

Leave a Reply