In precedenza abbiamo visto quali sono i segnali di gradimento nelle microespressioni facciali. Oggi analizzeremo quali sono i segnali segnali_rifiutodi rifiuto nella mimica facciale. Il rifiuto generalmente si manifesta con gesti intesi ad allontanare,espellere,buttar fuori. Gesti come strofinarsi il naso con movimento orizzontale,oppure tossire con l’intenzione di schiarirsi la voce comportano rifiuto. Il nostro corpo invia segnali ben precisi e facilmente decifrabili, per un occhio esperto. I segnali di rifiuto posso darci informazioni molto importanti. Se osserviamo un segnale di rifiuto sul volto del nostro interlocutore, molto probabilmente non gradisce ciò che stiamo dicendo.

Diventare consapevoli di questi segnali, é importante sia per capire cosa pensano gli altri, sia per capire cosa pensiamo noi. Uno dei segnali più significativi del rifiuto ha a che fare con il naso. Grattarsi o sfregarsi il naso è un evidente segnale di rifiuto. In questa zona del viso é presente del tessuto erettile, che ci prude quando rifiutiamo una situazione oppure quando nascondiamo qualche cosa.

Per capire meglio i segnali di rifiuto sul volto, guarda il video estratto dal canale YouTube Microespressioni.

Nel video possiamo notare un chiaro segnale di rifiuto. Al secondo “7 il personaggio sfrega il dito orizzontalmente sotto le narici.

Ecco un elenco dei principali segnali di rifiuto che possiamo individuare osservando il nostro interlocutore:

Sfregarsi il naso
Togliersi qualcosa dalla zona lacrimale
Sollevare o grattarsi un sopracciglio
Indietreggiare
Togliersi un peluzzo, polvere, un capello o altro di dosso
Rimuovere briciole o polvere dal tavolo
Spingere un oggetto verso l’interlocutore

Sfregare il naso con movimento verticale come intento a “stappare” le narici

Raschiamento della gola

Pulirsi il contorno del naso

Passarsi il palmo della mano dietro il collo

I segnali di rifiuto nella mimica facciale, così come quelli di gradimento, possono coinvolgere tutte le zone del corpo. Ovviamente vanno interpretate in base alla persona che abbiamo di fronte e al contesto nel quale ci troviamo.

Vuoi saperne di più? Visita il sito www.formazionepersonale.it e richiedi maggiori informazioni sul seminario in Microespressioni facciali.

Leave a Reply