Studiare con le mappe mentali può essere un metodo efficace per apprendere con maggiore velocità e sicurezza nuove nozioni. Quando mappe_mentaliiniziamo a studiare per un esame, ad esempio, un modo molto utile è anche quello di tracciare una mappa mentale dell’indice della dispensa, oppure degli argomenti chiave affrontati durante ogni lezione. Avendo l’indice come punto di partenza, iniziare a creare tutti i sottorami, scendendo sempre più nello specifico è semplice. Infatti le mappe mentali nella preparazione di esami offrono un approccio completamente diverso e molto più efficace  rispetto al metodo tradizionale dei riassunti.

Per utilizzare le mappe mentali basta seguire queste indicazioni. La prima cosa da fare è, partendo dall’indice del libro, farsi un’idea complessiva dei vari argomenti che andranno studiati, tenendo conto dei differenti sotto argomenti. Questo serve per avere una panoramica generale di ciò che dovremo fare. Il secondo passo sarà costruire una mappa mentale dell’intero libro sulla base dell’indice, oppure una serie di mappe mentali più piccole di ogni capitolo, a seconda della complessità e del numero degli argomenti da affrontare.

In questo modo, già durante la prima fase dello studio, avremo acquisito una visione d’insieme di tutta la materia, come aver costruito una base dalla quale partiranno tutti gli altri argomenti. Il modo migliore per creare la mappa mentale dei singoli argomenti è quello di procedere per concetti e parole chiave. I passi da seguire saranno: prima di tutto affrontare un capitolo per volta. Faremo una prima lettura rapida per avere una visione di insieme di quel capitolo, dopo ci concentreremo su una lettura in po’ più attenta e che ci dia la possibilità di individuare i concetti e le parole chiave. Possiamo cerchiarli direttamente sul testo o riportarli su un foglio di brutta. Una volta individuati concetti e parole chiave, li riporteremo sulla nostra mappa mentale, seguendo l’ordine più utile per noi, quello che in sostanza ci consentirà di conoscere l’argomento e di essere in grado di ripeterlo.

Inoltre, possiamo aggiungere di fianco alle parole chiave della mappa, delle immagini che descrivano i concetti in modo tale che la nostra mente possa memorizzare con facilità le informazioni.

La mappa mentale, proprio per la sua caratteristica grafica, ci permette di memorizzare con grande semplicità le nuove informazioni, è inoltre un metodo attivo, quindi mente costruiamo la nostra mappa, il nostro cervello recepisce le informazioni immagazzinandole nella memoria.

Vuoi saperne di più? Visita il sito www.formazionepersonale.it e richiedi maggiori informazioni sul seminario in Memoria e Metodo, Logica verbale e Comprensione del testo.

Leave a Reply