Parliamo oggi del ricalco nella comunicazione. Uno degli elementi per riuscire a comunicare efficacemente con le persone intorno a noi è il ricalco_comunicazionerapport. Il modo migliore per creare un buon rapport è il ricalco. Il ricalco e’ un approccio fondamentale per entrare in rapport col proprio interlocutore e rendere efficace e migliorare la propria comunicazione. Come si fa a fare un buon ricalco?

Prima di tutto dobbiamo ricordare chi il livello non verbale conta per il 55% nelle nostre comunicazioni, e quindi l’aspetto non verbale, del linguaggio del corpo quindi è quello che maggiormente influenza le nostre relazioni. Il linguaggio del corpo è quello che ci consente di comprendere, in base alla postura, alle espressioni facciali e ai gesti del nostro interlocutore se quest’ultimo si sente a proprio agio, se è interessato a ciò che stiamo dicendo e quali sensazioni stia provando. In ordine poi c’è il livello paraverbale, che ha un peso del 38% sulla comunicazione. Il timbro, la velocità, il tono della voce ci danno tantissime informazioni sullo stato d’animo del nostro interlocutore. Infine abbiamo il livello verbale, quello delle parole, delle espressioni verbali, il contenuto della nostra comunicazione.

Il ricalco deve avvenire sui tutti e tre i livelli della comunicazione, quindi a livello non verbale, paraverbale e verbale. Il ricalco a livello non verbale è molto delicato, in quanto dobbiamo stare attenti a non imitare o scimmiottare il nostro interlocutore. Non si tratta di copiare la sua postura o i suoi gesti, ma di assumerne di simili in modo tale da metterci nei suoi panni. La stessa cosa vale per il ricalco a livello paraverbale, se il nostro interlocutore userà un tono di voce bassa o alta ad esempio, noi dovremo fare lo stesso, e lentamente aumentare o abbassare il volume in modo tale da portarlo al nostro livello naturale per farci comprendere meglio. Il ricalco a livello verbale risulta un pochini più complesso in quando richiede una grande capacità di ascolto. Il ricalco a livello verbale consiste non nel ripetere le esatte parole del nostro interlocutore ma nell’essere in grado di individuare le “hot words” che utilizza, quindi le sue parole chiave e utilizzarle a nostra volta per sentici più vicini a lui.

Se siamo in grado di fare un buon ricalco allora saremo in grado di rendere la nostra comunicazione più efficace.

Vuoi saperne di più su questo argomento? Visita il sito www.formazionepersonale.it e richiedi maggiori informazioni sul seminario in Comunicazione Avanzata e Pnl.

Leave a Reply