La qualità della nostra vita dipende dalla qualità della nostra comunicazione. La qualità delle nostre relazioni, personali e professionali comunicazionedipende dalla qualità della nostra comunicazione. Dalla comunicazione non si prescinde, ne da quella con noi stessi, ne da quella che abbiamo quotidianamente con i nostri interlocutori. Ogni messaggio che diamo a noi stessi condiziona il nostro modo di vedere e vivere gli eventi di tutti i giorni. Se la nostra vita è piena di messaggi negativi, sarà difficile ottenere successi personali. Se, al contrario riusciamo a dare messaggi positivi e motivanti a noi stessi, forse non raggiungeremo tutti i nostri obiettivi, ma sicuramente saremo in grado di creare dei riferimenti positivi e ottenere risultati vincenti. La stessa regola vale per i rapporti con gli altri. Se siamo in grado metterci nei panni dei nostri interlocutori,si sentiranno capiti e saranno più facilmente aperti al dialogo, riusciremo a trasmettere con efficacia il nostro messaggio e quindi a raggiungere il nostro obiettivo, cioè comunicare efficacemente. La Pnl ci insegna che oltre il 90 % delle nostre comunicazioni avviene a livello non verbale, quindi inconscio. La comunicazione quindi è un elemento assolutamente primordiale, per ciascuno di noi è istintivo comunicare qualcosa anche nel totale silenzio. Lo facciamo verso noi stessi e verso gli altri attraverso la postura, il gesti, il linguaggio del corpo, le espressioni del volto e degli occhi.

La Programmazione neurolinguistica, ci insegna quindi, sempre contestualizzando ogni elemento nella situazione in cui ci troviamo, a leggere un po’ tra le righe o meglio ad imparare a interpretare e leggere il linguaggio del corpo per capire cosa realmente il nostro interlocutore vuole comunicarci e allo stesso tempo ad utilizzare su noi stessi, in maniere efficace, produttiva e utile al nostro scopo il linguaggio non verbale. La Pnl però, non si occupa solo di lavorare sulla parte riguardante il linguaggio del corpo, quindi riguardante il livello non verbale, ma pone la sua attenzione sul livello paraverbale e verbale. Ci può quindi aiutare a comprendere come utilizzare il tono della voce ma anche a lavorare sulle parole migliori da utilizzare nelle nostre comunicazioni. Tutto questo senza prescindere dal fatto che, quando comunichiamo, tutti e tre i livelli comunicativi (verbale, paraverbale e non verbale) devono essere allineati, ossia devono trasmettere lo stesso messaggio in maniera univoca e inequivocabile.

Vuoi saperne di più? Visita il sito www.formazionepersonale.it e richiedi maggiori informazioni sul seminario in Comunicazione Avanzata e Pnl.

Leave a Reply