La felicità è l’emozione più desiderata. La maggior parte delle persone organizza la propria vita con l’obiettivo si essere felici, di vivere il maggior felicitànumero di esperienze che possano dare felicità. L’espressione tipica della felicità è il sorriso. L’espressione della felicità è caratterizzata da segni nella parte inferiore del viso e delle palpebre, mentre l’area della fronte e delle sopracciglia non interviene necessariamente.
Possiamo avere tre mimiche principali nella parte inferiore del viso: un sorriso a labbra unite oppure con le labbra leggermente aperte che lasciano intravedere i denti, infine un sorriso a bocca aperta. Nell’espressione di felicità possono essere presenti due rughe che partono dal naso e arrivano agli angoli della bocca facendoli stirare: lo stiramento degli angoli della bocca è un segno dell’espressione di felicità. Si può anche sollevare la pelle sotto la palpebra inferiore, formando nell’occhio le “zampe di gallina”. Nel sorriso a bocca aperta ci può essere un grande sollevamento delle guance, tanto da restringere gli occhi.
Nel video estratto dal canale YouTube Microespressioni, possiamo vedere un esempio di mimica della felicità.

Nel video possiamo notare un sorriso con le labbra leggermente aperte che lasciano appena scoperti i denti, si formano le cosi dette “zampe di gallina”, ma ad indicare la felicità veramente sentita sono gli occhi.

Sul volto si possono manifestare quattro tipi di felicità:

Felicità da piacere: deriva da sensazioni fisiche positive.

Felicità da eccitazione: avviene quando si è molto interessati a qualcosa.

Felicità da sollievo: sopraggiunge alla fine di un dolore.

Felicità del concetto di sé: deriva dal sentirsi apprezzati dagli altri.

L’intensità della felicità varia dalla lieve soddisfazione all’essere pieni di gioia. Si può esprimere felicità in maniera rumorosa o silenziosa. Ma l’intensità del sorriso non stabilisce l’intensità, infatti si può essere estremamente felici e non sorridere affatto. Il sorriso può essere usato anche per nascondere altre emozioni, per attenuare un’emozione o per ridurre la tensione. L’intensità della felicità dipende dalla posizione delle labbra: più le labbra sono incurvate e aperte, più si è felici. Vuoi saperne di più? Visita il sito www.formazionepersonale.it e chiedi maggiori informazioni sul seminario in Microespressioni facciali.

Leave a Reply