Continuiamo il post precedente sulla mimica facciale sul disprezzo e la rabbia. Oggi parleremo della rabbia controllata Nel video del rabbiacanale YouTube Microespressioni abbiamo visto come in risposta ad una espressione di disprezzo di possa reagire con rabbia. La rabbia è l’emozione che ci fa provare ritegno o odio verso gli altri.
Per quanto riguarda la mimica del viso, nonostante ogni singola area del viso presenti piccoli segni che indicano la rabbia, se essi non compaiono in tutte e tre le aree principali del viso sarà difficile individuare l’espressione di rabbia in un volto. Nella rabbia le sopracciglia sono inclinate verso il basso o si abbassano restando orizzontali. Il ravvicinamento delle sopracciglia provoca rughe verticali tra le due sopracciglia. Non ci sono rughe orizzontali nella fronte quando nel volto è presente un’espressione di rabbia. Le sopracciglia aggrottate vengono di solito accompagnate da segni di rabbia nella bocca e negli occhi, ma a volte possono mostrarsi da sole in un viso neutro: in questo caso non rappresentano necessariamente rabbia. L’occhio può essere aperto e sta ad indicare che la rabbia è lieve, se appare chiuso allora la rabbia è più intensa. Anche per la bocca si possono presentare due variabili:bocca a labbra serrate precede un attacco fisico passando all’azione o quando si cerca di controllare la rabbia. Appare aperta invece quando si grida o si risponde a parole ad un attacco. Normalmente quest’ultimo aspetto della bocca si presenta insieme all’espressione irata della bocca e delle sopracciglia, ma si può presentare anche da solo; anche in questo caso il messaggio è ambiguo. Una bocca serrata può indicare controllare rabbia, oppure lieve irritazione, o anche uno sforzo fisico. Se l’espressione di rabbia non coinvolge l’intero viso allora si creano espressioni ambigue.  L’intensità della rabbia può andare da una lieve irritazione al furore. L’intensità della rabbia può manifestarsi nella tensione delle palpebre o nella sporgenza dell’occhio, oppure da quanto sono serrate le labbra; alle volte le labbra possono essere così serrate da provocare un rigonfiamento del mento. Nell’espressione di rabbia a bocca aperta la maggiore o minore apertura della bocca dipende dall’intensità.

Nel video possiamo vedere una rabbia controllata, da notare il particolare del sopracciglio sinistro alzato, come per mostrare disappunto e nascondere il sentimento di rabbia.

Vuoi saperne di più? Visita il sito www.formazionepersonale.it e richiedi maggiori informazioni sul seminario in Microespressioni facciali!

 

Leave a Reply