La comunicazione è il risultato che si vuole ottenere. Non è importante la forma, ma il contenuto, l’idea che si vuole esprimere, il risultato checomunicazione si vuole ottenere. Quando comunichiamo è importante ciò che otteniamo dalla nostra comunicazione. Le nostre intenzioni non contano se poi non otteniamo il risultato desiderato. Per questo motivo con un corso di Pnl e Comunicazione Avanzata, possiamo imparare quali sono le strategie più efficaci che ci permettono di approcciare in un modo migliore e più produttivo con il nostro interlocutore in modo da fare delle nostre intenzioni i nostri risultati. La prima cosa da imparare è che non esistono cattivi ascoltatori, ma solo cattivi comunicatori, quindi per riuscire ad imparare a comunicare efficacemente dobbiamo cancellare frasi del tipo “lui non mi capisce”. Con la Pnl possiamo imparare ad essere maggiormente flessibili e dinamici, capire il punto di vista degli altri, interpretarne i comportamenti ed intuirne le esigenze.
La Pnl aiuta in questo compito attraverso lo studio dei sistemi rappresentazionali. Ognuno di noi filtra le informazioni provenienti dall’esterno attraverso diversi canali.
Alcuni ragionano in termini visivi. Utilizzano molto l’ immaginazione, traggono da ogni avvenimento la parte visiva memorizzandola e trascurando gli altri elementi. Inoltre hanno un tono di voce e un volume alto, fanno poche pause e hanno una respirazione veloce. La loro gestualità è descrittiva, le mani si muovono verso l’esterno, hanno una postura eretta e lo sguardo alto.
Alcuni invece ragionano invece in termini uditivi. Parlano ed elaborano le parole. Hanno un tono di voce armonico o monotono, piatto. La loro gestualità è come quella di un direttore d’orchestra. Muovono le mani a tempo con le parole, e le tengono vicino alle orecchie. Spesso spostano la testa verso la fonte del suono, tenendo la testa reclinata.
Altri ancora possono essere definiti cinestesici. Danno grandissima importanza alle sensazioni che provano o che hanno provato. Hanno un tono e un volume di voce molto bassi e fanno delle pause piuttosto lunghe, vivendo ogni singola sensazione. La gestualità è dall’esterno verso il proprio corpo, arrivando anche all’auto contatto. Le spalle sono rilassate, lo sguardo è relativamente basso. Il respiro è profondo, basso, addominale.

Vuoi saperne di più? Visita il sito www.formazionepersonale.it e richiedi maggiori informazioni sul seminario in Comunicazione Avanzata e Pnl.

Leave a Reply