Oggi parleremo del test d’ingresso per accedere alla facoltà di Architettura. Da oltre vent’anni, tutti coloro che vogliono iscriversi ai test_ingresso_architetturacorsi di laurea in Architettura devono superare una selezione basta su un test con quesiti a risposta multipla. Ogni anno, come per chi vuole studiare Medicina – vedi anche Scuola Empedocle – o frequentare le altre facoltà ad indirizzo sanitario e i corsi a numero programmato a livello nazionale definiti per legge, il programma dettagliato degli argomenti su cui vertono le domande del test viene ogni anno reso noto dal Ministero dell’Istruzione, dell’ Università e della Ricerca (M.I.U.R.) attraverso un apposito decreto, che stabilisce anche il numero di posti disponibili per ciascun corso di laurea nelle diverse sedi e gli specifici criteri in base ai quali vengono valutati i candidati e corretti i test. Come per gli altri corsi di laurea a numero programmato delle facoltà statali, negli ultimi anni, per l’ammissione ai corsi di laurea in Architettura il test è stato l’unico elemento in base al quale si è effettuata la valutazione dei candidati, dal momento che il voto di maturità non è stato più considerato per la formulazione della graduatoria, come invece accadeva in passato.

Ma quali sono le discipline oggetto del test? Anche i questo caso i quesiti ricoprono le due aree con quesiti attitudinali e quesiti di profitto. Ciò vale a dire che i candidati dovranno essere in grado di rispondere a domande riguardanti la logica verbale e numerica, la comprensione del testo. C’è una sezione mirata a valutare le conoscenze di cultura generale. Infine la sezione riguardante le nozioni di fisica e matematica e le conoscenze di storia dell’arte, disegno e rappresentazione grafica.

Tale impostazione del test d’ingresso ha riportato nel corso degli anni risultati positivi. Come abbiamo già accennato in precedenza coloro che superano gli esami di sbarramento competano con successo il corso di laurea. Le statistiche ci dicono che più dell’80% degli studenti che affronta il test d’ingresso porta a termine il corso di studi nei tempi stabiliti, contro il 40% degli studenti che accedono ai corsi di laurea non a numero programmato. Come per gli altri corsi di laurea a numero chiuso il test d’ingresso corrisponde ad un’unica prova a livello nazionale che si svolge in data unica, solitamente nelle prime settimane di settembre.

Vuoi saperne di più e prepararti al meglio per il test d’ingresso in Architettura? Visita il sito www.formazionepersonale.it e richiedi maggiori informazioni sul corso in Memoria e Metodo, Logica Verbale e Comprensione del Testo.

Leave a Reply