Studiare Medicina è per molti giovani un sogno coltivato da tempo. Per tanti in questo periodo non si tratta più di un sogno nel cassetto ma di studiare_medicinaun progetto realizzabile. Per tutti quelli che aspirano a frequentare la facoltà di Medicina infatti, a breve sarà il momento del test d’ingresso. Da molti anni ormai l’accesso alla facoltà di Medicina e in generale a quelle dell’area sanitaria, è regolamentata in tutta Italia da un esame di ammissione. Tutti coloro che vogliono quindi intraprendere un percorso universitario e professionale in tale ambito devono superare un test. Per le università pubbliche i test si tengono in un’unica data italiana per ogni corso di laurea (puoi trovare le date ufficiali di quest’anno nel post precedente Test d’ingresso 2012. Le date. Si tratta di una competizione vera e propria, perché il numero dei candidati è di gran lunga superiore ai posti disponibili, nonostante nell’ultimo anno i posti siano stati aumentati.

Se si vuole superare il test d’ingresso quindi bisogna essere molto ben preparati. Le materie oggetto dell’esame di ammissione sono molteplici. In generale i quesiti sono ottanta suddivisi in due macro aree, quesiti attitudinali e quesiti di profitto. I quesiti attitudinali servono a valutare la capacità di ragionamento logico di ogni candidato. In quest’area vengono anche inseriti i quesiti riguardanti la cultura generale. Gli aspiranti universitari possono quindi ritrovarsi a dover risolvere quesiti di logica ma anche a dover rispondere a domande di storia, geografia, economia, italiano. I quesiti attitudinali invece servono a valutare le conoscenze specifiche delle materie di base del corso di laurea per al quale vogliono accedere. Le materie principalmente trattate sono quattro. Ci saranno quesiti di biologia, di chimica, di fisica e di matematica. Solitamente questo tipo di domande fanno capo ai programmi scolastici trattati alle superiori. Per preparasi al meglio al test d’ingresso è importante prima di tutto studiare, essere pronti a rispondere con sicurezza alle domande. Un altro aspetto fondamentale è il tempo. Infatti per rispondere agli ottanta quesiti i candidati hanno un tempo limitato di circa due ore. Il modo migliore per migliorare e testare la propria velocità in questo caso è la simulazione.

 

Vuoi saperne di più sul test di ingresso e sulla preparazione con la Scuola Empedocle? Visita il sito www.formazionepersonale.it e richiedi maggiori informazioni sul corso in Memoria e Metodo, Logica Verbale e Comprensione del Testo.

 

Leave a Reply