Ormai è diventato quasi un caso di stato. Il famigerato test d’ingresso, tanto lodato quanto criticato, ogni anno sempre di più in tutti gli atenei italiani, nessuno escluso. Gironzolando sul web se ne leggono di ogni genere. C’è chi pensa che il test d’ingresso, come quello che viene affrontato dai nostri studenti ogni anno sia decisamente meritocratico. C’è chi pensa che almeno in parte sia inutile o che comunque non serva a valutare se quello studente sarà poi un buon professionista. C’è chi suggerisce modifiche nelle modalità nello svolgimento e nelle materie oggetto dell’esame. Pareri personali a parte, il test c’è. Il MIUR ne fornisce un programma piuttosto dettagliato. Insomma, tra le difficoltà che uno può avere nella vita, il test d’ingresso alle facoltà a numero programmato non può essere certo l’ostacolo più grande. Soprattutto se coscienti del fatto che le cose stanno così, ci si inizia a preparare con un po’ anticipo.

C’è un dato, importante e assolutamente positivo. Perché i ragazzi che tutto questo lo hanno capito, e che sono fortemente motivati a frequentare in determinato corso universitario per poi poter iniziare la professione che hanno sempre desiderato, si sono già mossi. Per noi che da molti anni ormai ci occupiamo di apprendimento, è stato molto chiaro. Gli studenti oggi sono più consapevoli. Quelli che veramente hanno un sogno nel cassetto cominciano la loro preparazione anche un anno prima di affrontare il famoso e temuto test. Questo certo non avviene per merito dei licei (non per tutti almeno), dove spesso conta solo portare a termine il programma dell’anno per lasciare i nostri giovani allo sbaraglio e in balia della sorte.

Ma viviamo in un’epoca dove i tabù sono pochi, i ragazzi molto più svegli, attenti e consapevoli del fatto devono rimboccarsi le maniche e darsi da fare, seriamente se vogliono raggiungere i propri obiettivi. E questa, nella maggior parte dei casi è tutta farina del loro sacco. E ce ne siamo resi conto con i nostri allievi che partecipano al Corso in Memoria, Metodo, Logica verbale e Comprensione del testo. Loro che hanno voglia di superare il test, che investono tempo ed energie a prepararsi in tutte le materie che affronteranno agli esami di sbarramento. E i risultati sono tangibili. Quindi un complimento a chi è consapevole di ciò che lo aspetta e a chi si impegna con determinazione e forza di volontà per raggiungere i propri obiettivi.

www.scuolaempedocle.it

Chiedi informazioni sul corso in Memoria, Metodo, Logica verbale e Comprensione del testo.

Leave a Reply