Pnl, un po’ di storia. La Programmazione Neuro-Linguistica nasce negli anni ‘70. Il modello terapeutico della Pnl viene sviluppato da  Richard pnlBandler e John Grinder che insieme incominciarono a studiare le caratteristiche della comunicazione utilizzata da alcuni psicoterapeuti eccellenti, capaci di produrre cambiamenti e guarigioni in modo efficace e con continuità.

Il modello delle Pnl si può inserire all’interno delle terapie ipnotiche e cognitive e propone come aspetto basilare quello di fondarsi su un deliberato pragmatismo non vincolato ad alcuna teoria. La credenza, fondamento basilare, è che “la mappa non è il territorio”. Ciò vale a dire che quello che pensiamo non è necessariamente quello che è. La mappa sono i nostri pensieri, il nostro modo di vedere il mondo, le esperienze vissute ed il territorio è il mondo e la realtà esterna, come abbiamo già anticipato nel post Pnl e i sistemi rappresentazionali. Le rappresentazioni interne che ognuno di noi fa riguardo ad un evento esterno non sono necessariamente l’evento stesso, . La Programmazione Neurolinguistica può essere quindi definita come lo studio della struttura dell’esperienza soggettiva. Le caratteristiche di questo approccio sono evidenti all’interno di tre assunti: il primo si rifà alle capacità creative ed organizzative della mente inconscia; il secondo prevede la descrizione particolareggiata dei processi sensoriali propri della persona, i quali hanno il compito di organizzare le esperienze, insieme alle strategie di decodificazione che influenzano i comportamenti messi in atto in risposta a determinati stimoli; il terzo riguarda un insieme di tecniche basate sulla capacità di entrare in stretto contatto con l’emisfero non dominante della persona, così come con i suoi processi cognitivi, comportamentali o inconsci.

La programmazione neurolinguistica viene, solo alla fine degli anni ’70, studiata e sviluppata in modo scientifico da Robert Dilts noto per i suoi lavori di ricerca e sviluppo in PNL in svariati campi. Le applicazioni della PNL si ampliano sempre di più in nuovi campi. Dalla psicoterapia alla comunicazione efficace, all’apprendimento rapido, alla vendita e al business, al comunicare in pubblico ecc. Essendo basata sul principio del “modellamento” di persone e di comportamenti eccellenti, la PNL è oggi la scienza più all’avanguardia e in evoluzione.

Vuoi saperne di più? Visita il sito www.formazionepersonale.it e richiedi maggiori informazioni sul seminario in Comunicazione Avanzata e Pnl.

 

One Response to “Pnl, un po’ di storia”

Leave a Reply