Archive for April, 2012

Oggi parleremo di come sia possibile riuscire ad apprendere efficacemente con le mappe mentali. Per apprendere in modo rapido ed efficace è necessario avere strumenti per collegare le nuove nozioni con le conoscenze che già possediamo. In questo modo è possibile non solo migliorare la nostra capacità di memorizzare e conservare le informazioni ma possiamo avere una reale acquisizione di conoscenze e un miglioramento del metodo di studio.

Le mappe mentali e sono utili nell’apprendimento rapido e significativo perchè ci supportano sotto diversi punti di vista. Sono utili ad esempio per prendere appunti rapidamente. Read the rest of this entry »

In precedenza abbiamo introdotto l’argomento riguardante i presupposti della comunicazione efficace. Abbiamo visto quali sono le tre regole principali sulle quali si basa la Pnl, e dalle quali non possiamo prescindere se vogliamo imparare a comunicare efficacemente con i nostri interlocutori. Un’altra regola fondamentale riguarda il presupposto sulla percezione: “la mappa non è il territorio”. Cosa significa? In programmazione neurolinguistica la mappa rappresenta l’immagine che ciascuno di noi possiede della realtà e che è diversa da quest’ultima. Inoltre davanti ad una stessa realtà, esperienza, evento, ciascuno di noi produce immagini diverse. Vale a dire che ognuno di noi può avere una diversa percezione di una stessa esperienza. Read the rest of this entry »

Cordua Formazione tornerà con due nuove edizioni del corso di Microespressioni facciali a Roma. Dopo la tre giorni del 20,21 e 22 aprile, due sono le date successive già programmate. La prima è prevista per il week end del 6-7-8 luglio, la seconda per quello del 16-17-18 novembre. Prima del seminario previsto per luglio ci sarà nuovamente un workshop il 25 maggio per dare la possibilità a chi lo desidera di conoscere le microespressioni facciali con un laboratorio pratico di tre ore. Visto il successo e i consensi ricevuti dopo la prima edizione abbiamo deciso di replicare il seminario per altre due date per dare l’opportunità a tutti di partecipare ad almeno uno dei due eventi. Read the rest of this entry »

Rendere meglio nello studio? Essere efficienti ed efficaci in fase di apprendimento? Risparmiare tempo? Studiare senza stress? Ecco il Sacro Graal di ogni studente.  Quanti vorrebbero ricevere come risposta a queste domande un SI PUO’ FARE!!! In effetti si può fare. Le strategie di apprendimento efficace e memorizzazione permettono ad ogni studente di essere più efficace in fase di apprendimento e memorizzazione.

Prima ancora però di entrare nello specifico del corso di memoria dobbiamo fare alcune premesse. Come studiamo? In quali condizioni? Se ogni volta che ci mettiamo a studiare lo facciamo in luoghi dove le distrazioni sono numerose sicuramente faremo molta più fatica, con o senza tecniche di memoria. Read the rest of this entry »

Nel post precedente abbiamo visto quali sono gli indizi della menzogna che possiamo individuare attraverso un’attenta osservazione dei gesti del corpo e ascoltando la voce del nostro interlocutore e le sue variazioni. Oggi vedremo come possiamo individuare gli indizi della menzogna sul viso di una persona. Possiamo infatti scoprire gli elementi dell’inganno attraverso la mimica facciale.

Il viso può rivelare menzogne attraverso indizi diversi. Alcuni di essi lasciano trapelare informazioni che si vorrebbero nascondere; altri rivelano semplicemente che viene nascosto qualcosa; altri ancora indicano la non autenticità di un’espressione. Attraverso le microespressioni facciali possiamo riuscire a individuare l’emozione, il sentimento che chi mente sta cercando di nascondere o dissimulare. Read the rest of this entry »

Oggi parleremo di quali possono essere gli indizi della menzogna. Prima di tutto c’è da dire che esistono tipi diversi di bugie, che differiscono indizi_menzognatra loro in base alla motivazione che sta alla base. C’è chi mente per difesa, come chi si vuole proteggere da una punizione. C’è chi mente per evitare di esporsi. Infine c’è chi mente con il preciso intento di ingannare qualcun altro e danneggiarlo. Per smascherare chi secondo noi sta mentendo dobbiamo rivolgere la nostra attenzione a tutto ciò che sfugge al controllo consapevole. Se vogliamo smascherare un bugiardo dobbiamo ascoltare con attenzione il tono della voce e osservare i movimenti del corpo e del volto.

Quando mentiamo, all’atto di dire una bugia possono essere legate differenti emozioni, spesso in conflitto e, più o meno forti, che come le altre possono essere difficili da mascherare. Chi mente difficilmente riesce a controllare il tono di voce, le espressioni del viso e la sua gestualità. Vediamo ora quali possono essere alcuni segnali della menzogna. Read the rest of this entry »