Continuiamo a parlare di linguaggio del corpo. In precedenza abbiamo visto quanto sia importante imparare a leggere il linguaggio del corpo e i messaggi che i nostri interlocutori ci trasmettono attraverso i gesti. Oggi invece vedremo come sia possibile con la Pnl, gestire il proprio corpo in base a ciò che vogliamo trasmettere ai nostri interlocutori. Saper gestire il proprio corpo implica potersi esprimere meglio e in maniera persuasiva. Infatti, solo se ci esprimiamo congruentemente con le parole e con il corpo, possiamo passare il nostro messaggio in maniera efficace.

Se viceversa, con le parole veicoliamo un messaggio e con il corpo un altro, risulteremo incongruenti e quindi inefficaci. Ricordiamoci che il linguaggio del nostro  corpo conta per il 55% nella comunicazione, le parole solo per il 7% mentre il rimanente 38% è dato dalla comunicazione paraverbale (tono di voce, timbro e volume). Al corso di Pnl possiamo imparare a gestire il nostro corpo in base al messaggio che vogliamo comunicare.Possiamo dire sostanzialmente che il linguaggio espresso dal nostro corpo ha tre funzioni principali: sostituire le parole, rafforzare le parole e rispecchiare le emozioni . Saper utilizzare il proprio corpo per comunicare ci permette di essere più efficaci e persuasivi. Quando comunichiamo con gli altri è importante mantenere sempre il contatto visivo. Dimostreremo di avere interesse per ciò che l’altro ci sta dicendo e comunicheremo rispetto e sicurezza nel relazionarci con l’altro. Un altro elemento importantissimo è la nostra postura. Una buona postura, eretta e protratta verso l’altro, ci da’ confidenza in quello che stiamo comunicando e passa all’altro un messaggio di tranquillità.

La nostra fisiologia ha un’importanza notevole sulla nostra psiche, tanto che quando ci sentiamo un po’ giù basta tirarsi su con le spalle, mettere la schiena dritta, il petto in fuori e dopo poco potremo vedere già dei riflessi benefici sul nostro umore. Così come le spalle anche la testa ha una forte influenza sulla nostra psiche e può trasmettere messaggi differenti. Se intendiamo trasmettere più autorevolezza possiamo alzare un poco il mento verso l’alto mentre se vogliamo dimostrare particolare attenzione alle parole dell’altro possiamo inclinare un poco il viso da un lato. Quindi la testa eretta dimostra sicurezza, tenere la testa bassa sottomissione. Anche le braccia e le gambe possono trasmettere messaggi. Gambe e braccia incrociate sono un evidente segnale di chiusura. Le mani invece assecondano la nostra comunicazione, sottolineano ciò che diciamo, ma possono anche trasmettere segnali di nervosismo.

Vuoi saperne di più? Richiedi maggiori informazioni sul seminario in Comunicazione Avanzata e Pnl o visita il sito www.formazionepersonale.it.

Leave a Reply