Archive for March, 2012

I test d’ingresso per accedere alle facoltà a numero chiuso sono vicini. All’Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma sono previsti i test scritti test_ingressoper l’11 aprile 2012. Per tutti gli altri atenei italiani invece le date non sono ancora stabilite ma come al solito si terranno nella prima settimana di settembre. E come si stanno preparando i nostri studenti, futuri medici, architetti, psicologi ecc? Che chi ormai da mesi, come gli allievi della Scuola Empedocle, studia, si prepara barcamenandosi tra le migliaia di informazioni che potrebbero figurare negli 80 quesiti del test e facendo simulazioni su simulazioni.

Oggi vogliamo parlare di memoria e test d’ingresso. Perché ci serve memorizzare per affrontare con efficacia il test di ingresso alle facoltà a numero programmato? I quiz ministeriali sono strutturati in questo modo: hanno una parte dove vengono valutate le capacità di ragionamento logico e di comprensione del testo e una parte dedicata alle conoscenze di cultura generale e scientifiche o artistiche, a seconda del corso universitario al quale si vuole accedere. Read the rest of this entry »

Microespressioni. La menzogna “la scelta deliberata e non dichiarata di trarre in inganno il destinatario”, dice Paul Ekman. Ekman, nei menzognasuoi lunghi studi sulle emozioni umane e sulle modalità attraverso le quali vengono espresse sul volto si è occupato anche della menzogna. Tutti abbiamo mentito almeno una volta nella nostra vita, anche a fin di bene. Ma come possiamo scoprire la menzogna sul volto di qualcuno? Come possiamo sapere se quella persona, quell’amico ci sta dicendo la verità o no? Ekman classifica nel suo studio due principali modi di mentire: la dissimulazione e la falsificazione. Entrambi hanno alcuni vantaggi e svantaggi. Chi dissimula non ha bisogno di inventare nulla di nuovo, è una sorta di omissione. Può permettersi quindi di avere un atteggiamento più passivo e può cavarsela facilmente affermando “non ricordo”. Read the rest of this entry »

Oggi parleremo del seminario di Comunicazione Avanzata e Pnl. La Pnl “nasce” alla fine degli anni ’80 in seguito agli studi innovativi di comunicazione_avanzata_pnldiversi ricercatori, in particolare psicologi, matematici e linguisti. Lo scopo delle loro ricerche fu quello di capire in che modo solo alcuni bravi psicoterapeuti riuscivano ad influenzare e ottenere risultati sorprendentemente efficaci e duraturi con i loro pazienti. Attraverso l’attenta osservazione e lo studio venne estrapolata e formata una struttura di base, una sorta di modello, anzi diversi modelli, da poter applicare a contesti più ampi.

Le strategie di Comunicazione Avanzata e Pnl, forniscono una serie di strategie che ci permettono di influire quindi, sugli schemi comportamentali di una persona tramite la manipolazione di processi neurologici attuata tramite l’uso del linguaggio, fisico e verbale. Read the rest of this entry »

 Di corsi di formazione ce ne sono tanti, in ogni città di Italia, di ogni tipo, pratici o teorici. Ma prima di fare un qualsiasi seminario formativo è fondamentale farsi una domanda. Perché? Perché, ad esempio fare un corso di memoria? Quali sono i miei obiettivi? Quale è il mio scopo? Quali sono le motivazione e quanto sono forti? Oggi parleremo di memoria e apprendimento. Il tema riguardante la memoria e l’apprendimento è un argomento di grande discussione per la comunità scientifica, e non solo, che ha da sempre cercato di comprenderne il funzionamento, ha studiato le menti dei grandi geni e delle persone di successo per capire in che modo, quali fossero i meccanismi alla base delle nostre capacità mentali.

La storia e la letteratura ci parlano di personaggi straordinari come Cicerone e Pico della Mirandola dotati di capacità mnemoniche fuori dal comune. Ecco perché oggi, con tutte le evoluzioni e gli approfondimenti del caso possiamo utilizzare il corso di memoria per raggiungere tutti i nostri obiettivi. Read the rest of this entry »

Leggere le emozioni, scovare l’invidia. Di invidia se ne parla. Sempre. Lo leggiamo sui giornali, generazioni di psicologi se ne sono occupati e ancora se ne occupano. Freud, padre della psicoanalisi, aveva già delineato nel XIX secolo alcuni aspetti legati all’invidia. Di invidia si parla nella dottrina morale cattolica come uno dei sette vizi capitali. L’invidia rappresenta in generale uno dei sentimenti più subdoli e perversi in quanto scatena nel soggetto invidioso la volontà di distruggere la persona per la quale si prova tale sentimento.

L’invidia mira a destabilizzare gli equilibri, l’attenzione dell’invidioso è concentrata non sulle risorse che un individuo possiede in sé, ma sul costruire la propria condizione a discapito dell’altro. L’invidia è un sentimento sicuramente negativo fortemente legato ad altre emozioni che si possono provare quando ci si confronta con altri individui come l’odio, il rancore, la tristezza e la rabbia. Read the rest of this entry »

Parliamo oggi di programmazione neurolinguistica, concentrandoci sui vantaggi che un buon utilizzo della Pnl può avere nel linguaggio e pnlsulla vendita. Prima di tutto, però è importante chiedersi cosa vuol dire vendita. Nell’immaginario comune il venditore è colui che propone un prodotto per guadagnare profitti. I termini vendita e venditore però, possono essere osservati da un punto di vista differente.

Ognuno di noi in un certo senso è un venditore di se stesso. Ad esempio, quando ci presentiamo ad un colloqui di lavoro, vendiamo noi stessi, le nostre competenze, la nostra persone. Vendiamo quando proponiamo una nostra idea agli altri sperando che venga accettata, vendiamo noi stessi quando chiediamo di uscire ad una ragazza. Insomma possiamo dire che vendita equivale a dire proposta, non importa se proponiamo un’idea, un progetto, un oggetto o una nostra qualità. Detto questo cerchiamo di capire in che modo la Pnl può aiutarci nel migliorare il nostro linguaggio e sostenerci nella vendita. Read the rest of this entry »