Parliamo ancora di Pnl e linguaggio del corpo. I messaggio del volto rivelano molto del nostro interlocutore. Se siamo in grado di cogliere, leggere e interpretare i movimenti del nostro interlocutore possiamo essere in grado di comprendere quei messaggi impliciti che il nostro interlocutore sta inconsciamente cercando di trasmetterci.
Ci sono alcuni segnali che indicano gradimento. Come ad esempio, simulare un bacio (bacio analogico), accarezzarsi le labbra con le dita o inumidirle con la lingua. Al contrario il coprirsi la bocca con le mani è indice di diffidenza. Mordicchiarsi il labbro inferiore indica una mancanza di tipo affettivo.  Il colpo di tosse o il raschiamento della gola sono un forte segnale di rifiuto. Così come il grattarsi il naso in maniera compulsiva. Tra gli altri segnali del volto, molto importanti e rivelatori sono gli occhi. In base al movimento degli occhi possiamo comprendere a quale contenitore sta attingendo il nostro interlocutore mentre ci sta parlando. Se il movimento è a destra o a sinistra verso l’alto o verso il basso, se il nostro interlocutore muove gli occhi lateralmente. Ognuno di questi movimenti ha un significato bene preciso, significano che il nostro interlocutore sta accedendo ad alcune risorse interne.  Riuscire a leggere i messaggi che ci vengono inviati attraverso il volto e il corpo in generale non è però così ovvio e scontato. Tutti i messaggi del non verbale devono essere contestualizzati. Se ad esempio, come abbiamo visto in post precedenti, incrociare le braccia è un segnale di chiusura, potremmo doverlo interpretare diversamente se ad esempio siamo sotto zero. Oppure se è primavera e il nostro interlocutore soffre di allergie e mentre parla con noi si gratta il naso, forse è a causa dell’allergia e non un segnale di rifiuto. Chi vuole imparare a leggere i messaggi del corpo, chi vuole imparare a comprendere meglio e a leggere tra le righe può farlo con il corso di Pnl. La cosa importante da sapere e ricordare è che, la Pnl richiede studio e applicazione, non basta conoscere i vari significati che hanno i diversi movimenti del nostro corpo, ma bisogna contestualizzarli e capire quali sono le domande e le strategie comunicative da adottare per essere più efficaci con i nostri interlocutori.
Vuoi saperne di più? Visita il sito www.formazionepersonale.it e richiedi maggiori informazioni sul seminario in Comunicazione Avanzata e Pnl.

Leave a Reply