La comunicazione racchiude al suo interno tutta una serie di regole, modelli e di modalità che possono essere utilizzate in maniera differente a seconda del nostro obiettivo e dello scopo che ci poniamo. Quando comunichiamo con qualcuno possiamo scegliere quale modalità utilizzare in base al contesto nel quale ci troviamo. Oggi parleremo dei come e perché scegliere in determinate occasioni di comunicare empaticamente con il nostro interlocutore. L’empatia è la capacità di comprendere il mondo interiore degli altri. Comunicare empaticamente è possibile attraverso la comprensione e l’ascolto attivo, cercando di mettersi anche nei panni dell’altro. La comunicazione empatica oltre ad essere una delle componenti principali della relazione d’aiuto rappresenta un elemento importante nella comunicazione quotidiana sia nell’ambiente lavorativo o scolastico, sia per quanto riguarda la sfera privata.Come abbiamo visto nei post precedenti creare empatia e rapport in fase di comunicazione ci aiuta ad allinearci con il nostro interlocutore per poter comprendere meglio il suo punto di vista. Quando si comunica con un’altra persona ci sono due vie principali attraverso le quali cercare di comprendere ciò che ci sta dicendo. Possiamo scegliere un tipo di comprensione intellettuale per poter comprendere meglio i fatti oppure concentrarci sul lato emotivo della narrazione e quindi sulle emozioni che il nostro interlocutore sta provando in quel momento. Il vantaggio di essere concentrati sul lato emotivo consiste nel fatto che la persona che ci parla si sente maggiormente compresa. Se quando parliamo con qualcuno il nostro scopo è quello di comprendere l’altro dobbiamo partire dal presupposto che potremmo non riuscire a comprendere immediatamente l’altro. Possiamo chiedere chiarimenti, in questo modo dimostreremo anche di essere attenti a ciò che ci sta dicendo chi abbiamo di fronte. Altre due strategie efficaci sono l’umorismo e il confronto. In entrambi i casi dobbiamo però fare molta attenzione: l’umorismo può avere l’effetto opposto se non usato con moderazione. Per quanto riguarda il confronto possiamo anche parlare delle nostre esperienze facendo attenzione a non portare totalmente il discorso su di noi. La comunicazione empatica può comunque essere utile non solo quando vogliamo aiutare qualcuno ma anche in ogni altro ambito della nostra vita se vogliamo migliorare la nostra comunicazione.
Vuoi saperne di più? Visita il sito www.formazionepersonale.it e richiedi maggiori informazioni sul seminario in Comunicazione Avanzata e Pnl.

Leave a Reply