Studiare con efficacia…è possibile? Esiste un metodo che ci permetta di studiare con facilità, con poca fatica e con risultati soddisfacenti? Ecco che rispondendo a queste domande con un bel “SI!”, il sogno di ogni studente si avvera. Certo c’è chi ha una capacità naturale di leggere e ricordare con facilità, ma per chi non possiede questa dote naturale la soluzione c’è! Il metodo di studio. Ma perché un metodo di studio? A scuola ci hanno sempre insegnato cosa studiare, quindi le materie che avremmo dovuto conoscere bene, ma non come studiare in maniera efficace. L’apprendimento si sviluppa in generale in quattro fasi.
L’acquisizione della informazioni, ossia la fase in cui leggiamo un testo o ascoltiamo una lezione. Per fare in modo che questa fase sia più fruttuosa possibile, dobbiamo imparare a mantenere alta la concentrazione, magari prendendo note e appunti. In questo modo non avremo sprecato del tempo prezioso e inizieremo già ad assimilare le informazioni utili.
La comprensione, è fondamentale per lo studio. Ma leggere e rileggere fino allo sfinimento la stessa pagina certo non ci aiuterà. Sarà più utile fare una lettura critica e analitica, soffermandoci prima su ciò che è importante e poi andare ad approfondire i punti meno chiari.
L’organizzazione, uno dei punti cruciali. Oltre ad organizzare il nostro studio nel tempo, sarà utile organizzare anche a livello pratico il materiale da studiare. Aiutiamoci con gli appunti presi a lezione, con le note e le parole chiave evidenziate durante la lettura e con le mappe mentali. Ci accorgeremo alla fine di conoscere buona parte dell’argomento e avremo maggiore facilità nell’approfondimento e nel ripasso.
Memorizzazione e ritenzione delle informazioni. Qui siamo al capolinea. Se avremo affrontato bene le prime fasi, memorizzare sarà più semplice. Le mappe mentali sono un ottimo strumento per memorizzare così come le altre tecniche di memoria.
Un piccolo ma essenziale accorgimento. Studiare più di un’ora e mezza consecutiva non serve a nulla. Il nostro livello di attenzione non va oltre i 90 minuti. Superato questo limite la nostra curva dell’attenzione comincerà a calare, rendendo vani tutti gli sforzi fatti per studiare nelle ore successive. Fare pause di qualche minuto ci aiuterà a rilassarci e a far sedimentare meglio le informazioni appena apprese.
Vuoi saperne di più? Visita il sito www.formazionepersonale.it e richiedi maggiori informazioni sul seminario “C.I.A.O. Corso In Apprendimento Organizzato”.

Leave a Reply